17 Luglio 2024 - 21:43

ADM, prorogate le scadenze per gli apparecchi da intrattenimento dello spettacolo viaggiante

Arriva l’ennesima proroga per gli apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro utilizzati nell’ambito delle attività di spettacolo viaggiante. L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sposta a fine dicembre 2024

03 Luglio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Arriva l’ennesima proroga per gli apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro utilizzati nell’ambito delle attività di spettacolo viaggiante.

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sposta a fine dicembre 2024 i termini previsti per il 1° luglio 2024. Vengono allineate così le scadenze previste dalle nuove regole tecniche per le sale giochi e per gli spettacoli viaggianti, che dovranno certificare tutti gli apparecchi fino ad oggi autocertificati, entro il 31/12/2024, con riferimento agli apparecchi impiegati nello spettacolo viaggiante e alle ticket redemption.

“Viste le comunicazioni pervenute dalle associazioni rappresentative del settore, in merito alla complessità della disciplina e alle difficoltà applicative legate alla nuova regolamentazione in materia di apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro per il settore dello spettacolo viaggiante, composto da piccoli o piccolissimi operatori non specializzati, anche in ordine alla possibile sovrapposizione con le procedure di certificazione a fini di sicurezza previste da precedenti regolamentazioni; considerato che il riordino della disciplina dei giochi pubblici, previsto dall’articolo 15 della legge 9 agosto 2023, n. 111, consentirebbe di sistematizzare in modo definitivo il settore dell’offerta di gioco senza vincita in denaro, ADM ha ritenuto opportuno, al fine di evitare agli operatori incombenze amministrative e oneri finanziari non ripetibili, di dover prorogare il periodo transitorio previsto dalla citata DRASV e successive modifiche e integrazioni, anche al fine di uniformare i termini di scadenza della disciplina transitoria contenuta nella già menzionata determina a quelli previsti in materia di apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro”.

Come spiega ADM in una nota, “Com’è noto, la nuova regolamentazione in materia di apparecchi senza vincita in denaro è applicabile anche agli apparecchi utilizzati nell’ambito delle attività di spettacolo viaggiante autorizzate ai sensi dell’articolo 69 del T.U.L.P.S e agli apparecchi collocati all’interno delle attrazioni denominate “padiglioni e sale trattenimento”, di cui all’elenco delle attrazioni istituito presso il Ministero della Cultura e da ultimo aggiornato con il decreto interministeriale del 3 agosto 2020.

In tale ambito, con le determinazioni sopra citate, è stato fissato un periodo transitorio, successivamente prorogato, in cui resta valida la disciplina previgente, al fine di consentire l’adeguamento delle apparecchiature alle nuove regole tecniche e amministrative ora applicabili.

Con tale proroga, attesa la complessità della disciplina e le difficoltà applicative legate alla nuova regolamentazione in materia di apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro utilizzati in questo specifico settore, si è inteso uniformare i termini di scadenza a quelli previsti in materia di apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro, nella prospettiva del più ampio disegno di riordino del settore del gioco pubblico, finalizzato a semplificare anche la disciplina di tale tipologia di apparecchi, evitando nel contempo che alcuni degli apparecchi rientranti nella previgente disciplina debbano essere disinstallati”.

PressGiochi