26 Settembre 2020 - 17:11

Trapani. L’Osservatorio per la legalita aderisce alla campagna “Mettiamoci in Gioco”

Dopo l’incontro con Gino Gandolfo, responsabile regionale della campagna di sensibilizzazione avviata a livello nazionale da sindacati e associazioni – tra cui Azione Cattolica, Acli, Libera e Gruppo Abele –

31 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

Dopo l’incontro con Gino Gandolfo, responsabile regionale della campagna di sensibilizzazione avviata a livello nazionale da sindacati e associazioni – tra cui Azione Cattolica, Acli, Libera e Gruppo Abele – l’Osservatorio per la legalità di Trapani ha deciso di aderire all’iniziativa “Mettiamoci in gioco” contro il gioco d’azzardo e le ludopatie.
“Non potevamo che aderire – commenta il presidente dell’Osservatorio Vincenzo Maltese – considerato che come associazione stiamo già lavorando in questa direzione ed anzi, abbiamo già messo a disposizione il nostro Centro di Ascolto, in via Giulio Cesare n. 7, per quanti vogliano alzare la testa e dire basta”.
Sono già 800.000 i giocatori patologici in Italia e 5-6 i miliardi all’anno necessari per curare le dipendenze in questo ambito. Il gioco d’azzardo lecito sta distruggendo persone, famiglie, comunità.
“Con Gino Gandolfo – spiega ancora l’avvocato Maltese – lavoreremo ad un progetto che coinvolgerà le amministrazioni comunali locali e i soggetti istituzionali per le attività di contrasto e prevenzione a tutela dei soggetti deboli e svantaggiati, attività reale e concreta che possa essere d’aiuto alle famiglie in difficoltà”.

PressGiochi