26 Settembre 2023 - 01:23

Repubblica Ceca: il governo propone emendamenti per migliorare l’offerta di gioco d’azzardo

Il governo della Repubblica Ceca ha presentato modifiche alla legge sul gioco d’azzardo del paese a seguito di una revisione della legislazione, entrata in vigore nel 2017. Una valutazione d’impatto

21 Luglio 2023

Print Friendly, PDF & Email

Il governo della Repubblica Ceca ha presentato modifiche alla legge sul gioco d’azzardo del paese a seguito di una revisione della legislazione, entrata in vigore nel 2017. Una valutazione d’impatto mirava a proporre modifiche per migliorare la sicurezza dei giocatori e ampliare le offerte di gioco d’azzardo legali.

Gli emendamenti proposti, che sono stati presentati alla Commissione europea per la revisione, consentirebbero i giochi con croupier dal vivo online. Ciò amplierebbe la gamma di offerte di giochi d’azzardo online oltre al generatore di numeri casuali e ai giochi da tavolo digitali.

Nel frattempo, gli emendamenti introdurrebbero una funzione obbligatoria di “pulsante antipanico” sia per i giochi terrestri che per quelli online. Il pulsante dovrebbe essere visualizzato in modo ben visibile e impedire immediatamente ai giocatori di giocare con qualsiasi operatore autorizzato per 48 ore quando viene premuto. I giocatori potrebbero anche autoescludersi per un periodo determinato e prolungare la loro esclusione.

Nel 2020 è stato introdotto un registro di autoesclusione del gioco d’azzardo. Le modifiche proposte lo estenderebbero per includere le persone che devono affrontare indagini penali.

La legislazione aggiornata imporrebbe anche blocchi più severi al gioco d’azzardo illegale. Analogamente alle mosse adottate nei Paesi Bassi e in Svezia, la Repubblica ceca considererà attivi nel mercato tutti gli operatori i cui giochi sono accessibili nel paese, indipendentemente dal fatto che il loro marketing sia rivolto a giocatori locali. Sembra che la norma consentirebbe anche agli affiliati locali di lavorare solo con operatori con licenza ceca.

Il disegno di legge proponeva anche modifiche all’importo che gli operatori devono versare a titolo di acconto al momento della richiesta di licenza. Il deposito verrebbe calcolato in base al livello di attività del cliente e al profilo di rischio dei giochi offerti. Le modifiche proposte sono ora soggette a un periodo di sospensione dell’UE fino al 17 ottobre.

 

PressGiochi

×