29 Luglio 2021 - 14:58

Regno Unito. I dati della Gambling Commission mostrano l’impatto della pandemia sul settore del gioco d’azzardo

La Gambling Commission ha pubblicato le statistiche del settore raccolte dai suoi licenziatari per il periodo di sei mesi da aprile a settembre 2020, che mostrano un rendimento lordo totale di gioco (GGY) di 5,89 miliardi di sterline nella giurisdizione.

28 Maggio 2021

Print Friendly, PDF & Email

La Gambling Commission ha pubblicato le statistiche del settore raccolte dai suoi licenziatari per il periodo di sei mesi da aprile a settembre 2020, che mostrano un rendimento lordo totale di gioco (GGY) di 5,89 miliardi di sterline nella giurisdizione. Prima di pubblicare le statistiche per questo periodo di sei mesi, la Gambling Commission aveva pubblicato i dati per il periodo da aprile 2019 a marzo 2020. Per aprile-marzo, i numeri hanno mostrato un GGY di 14,12 miliardi di sterline, un calo significativo su base annua.

Del totale, la Lotteria Nazionale ha incassato 1,61 miliardi di sterline, mentre i casinò online hanno rappresentato il più grande verticale per rendimento, con 1,94 miliardi di sterline. Le scommesse sportive hanno rappresentato il secondo verticale più grande, con i settori online e terrestre che hanno fruttato rispettivamente 1,04 miliardi di sterline e 629,3 milioni di sterline. Altre lotterie, sia online che terrestri, hanno registrato entrate ulteriori per 310,5 milioni di sterline, mentre il bingo online e terrestre ha fruttato rispettivamente 98,1 milioni di sterline e 92,0 milioni di sterline.

Il settore terrestre ha sofferto in modo significativo durante il periodo a causa delle chiusure e di altre restrizioni causate dalla pandemia, con i casinò terrestri che hanno incassato solo £67 milioni nei sei mesi, rispetto a £1,02 miliardi durante l’intero anno da aprile 2019 a marzo 2020. Anche le scommesse al dettaglio hanno mostrato un calo significativo, a 629,3 milioni di sterline, rispetto ai 2,41 miliardi di sterline del precedente anno. Il bingo, nel frattempo, ha registrato entrate per 92 milioni di sterline rispetto ai 575,2 milioni di sterline tra aprile 2019 e marzo 2020.

Il settore online ha registrato una forte crescita, portando un GGY totale di 3,08 miliardi di sterline tra aprile e settembre 2020, rispetto ai 2,81 miliardi di sterline dello stesso periodo del 2019, un aumento del 9,6%. Di questa cifra, £1,94 miliardi sono stati portati dal settore dei casinò online, in aumento del 22,7% rispetto allo stesso periodo del 2019, mentre le scommesse online hanno generato £1,04 miliardi, in calo dell’8,8%, principalmente a causa della sospensione degli eventi sportivi per parte del periodo . In totale, durante il periodo sono stati registrati 15,3 milioni di nuovi account di gioco online, sebbene il numero complessivo di account attivi sia leggermente diminuito da 31 milioni a settembre 2019 a 30,7 milioni a settembre 2020.

Il numero di operatori attivi sul mercato è sceso da 2.689 a marzo 2019, a 2.577 a marzo 2020 e 2.522 a settembre 2020. Nello stesso periodo, il numero di operatori che offrono più attività è leggermente diminuito da 381 a 379. Il numero di sedi di gioco attive è diminuito da 10.128 a marzo 2020 a 9.036 a settembre, con una riduzione del 10,8%. Delle sedi attive, 6.735 sono istituti di scommesse, in calo del 12,3% e 1.390 sono centri di gioco per adulti, in calo del 4,2%.

Il numero di casinò attivi nella giurisdizione è stato ridotto da 156 a 131 tra marzo e settembre, mentre il numero di locali da bingo è sceso da 648 a 601. I centri di intrattenimento per famiglie rappresentavano 179 dei locali di gioco attivi a settembre 2020, rispetto ai 190 di marzo. Il numero medio di macchine da gioco terrestri in Gran Bretagna è stato ridotto da 186.832 tra aprile 2019 e marzo 2020 a 116.333 tra aprile e settembre 2020, una riduzione del 37,7%.

 

 

PressGiochi