25 Settembre 2020 - 07:56

Referendum Anacapri, vincono i SI. Gennatiempo (Sapar): “Necessario che la categoria inizi a riflettere su come riequilibrare il settore”

Vince il fronte dei sì al referendum indetto dall’amministrazione comunale di Anacapri (Napoli) per contrastare le slot machine e il fenomeno della ludopatia. Alla domanda “Sei favorevole a tenere distanti

01 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Vince il fronte dei sì al referendum indetto dall’amministrazione comunale di Anacapri (Napoli) per contrastare le slot machine e il fenomeno della ludopatia. Alla domanda “Sei favorevole a tenere distanti dai luoghi sensibili locali che ospitano le slot machine e le new slot?”, su 2.005 votanti, i sì sono stati 1785, i no 142. Le schede bianche e nulle 78.

 

“Alla luce di questo risultato, così come di tutte le normative regionali che stanno creando forti disagi a tutto il comparto giochi, c’è bisogno che la categoria dei gestori si fermi ed inizi a riflettere seriamente su come riequilibrare il settore”. È questo il commento di Marco Gennatiempo, neo eletto Vicepresidente dell’Associazione Nazionale Sapar (Sezione Pubbliche Attrazioni Ricreative), nonché presidente della delegazione della Campania.

 

“Non possiamo negare che un disagio c’è – ha proseguito Gennatiempo  – ma questo non riguarda solo le Newslot o VLT, ma anche il gioco online, i gratta e vinci, le scommesse. Per questo è necessario che noi operatori ci sediamo ad un tavolo di discussione e concertiamo delle proposte serie e concrete da portare al legislatore, il quale però, deve poi essere in grado di valutarle nella giusta misura ed accettarle”.

 

PressGiochi