15 dicembre 2019
ore 15:17
Home Eventi Rapporto sul Gioco Pubblico Acadi. Admiral: “La tenuta del comparto del gioco fondamentale per il sistema paese”

Rapporto sul Gioco Pubblico Acadi. Admiral: “La tenuta del comparto del gioco fondamentale per il sistema paese”

SHARE
Rapporto sul Gioco Pubblico Acadi. Admiral: “La tenuta del comparto del gioco fondamentale per il sistema paese”

Si è tenuta ieri a Roma la presentazione del Primo Rapporto sul Gioco Pubblico di Acadi, l’Associazione Concessionari di Giochi Pubblici che ha tra i suoi associati ADMIRAL Gaming Network, il concessionario di rete del gruppo NOVOMATIC Italia. L’associazione di categoria, aderente a Confcommercio – Imprese per l’Italia, ha riunito per la prima volta in un’uscita pubblica di rilevanza nazionale tutti gli associati, ovvero ADMIRAL Gaming Network S.r.l., Cirsa Italia S.p.A., Gamenet S.p.A., HBG Connex S.p.A., Lottomatica Videolot rete Sp.A., NTS Network S.r.l. e Snaitech S.p.a.: i concessionari che insieme garantiscono all’erario oltre 7 dei circa 10 miliardi di euro all’anno di imposte sul gioco pubblico.

Sotto l’insegna di quattro valori fondativi, ovvero RESPONSABILITA’, LEGALITA’, CRESCITA e OCCUPAZIONE; il Presidente di ACADI Geronimo Cardia ha aperto i lavori sottolineando come “Dietro questi termini vi sia un mondo di numeri, un mondo di persone, un mondo di attività e di impegno che vengono messi sul campo ogni giorno”.

I lavori, svoltisi presso la sala conferenze della sede nazionale di Confcommercio, sono stati aperti dal Presidente di Confcommercio Carlo Sangalli e hanno avuto come moderatore d’eccezione Bruno Vespa. Numerosi gli interventi da parte di esponenti istituzionali: il sottosegretario al MEF Pierpaolo Baretta, il direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli Benedetto Mineo, esponenti del Comando Tutela Economia e Finanza delle Fiamme Gialle, il prefetto della Polizia di Stato Fausto Lamparelli in rappresentanza del Capo della Polizia prefetto Franco Gabrielli nonché di numerosi rappresentanti della politica e della società civile. La politica è intervenuta con rappresentanti di pressoché tutto l’arco costituzionale: Renato Brunetta (FI), Claudio Mancini (PD), Massimo Garavaglia (Lega), Eugenio Comincini (Italia Vera), Andrea De Bertoldi (FdI). Presente anche Gianmaria Fara presidente dell’Eurispes, centro di ricerca socio-economico-politico tra i più autorevoli del nostro paese .

I temi emersi come urgenti, ed unanimemente condivisi da tutti i partecipanti ai lavori, sono risultati essere l’esigenza da parte degli operatori di stabilità fiscale e normativa al fine di consentire a tutti gli operatori del settore un’adeguata ed efficace pianificazione degli investimenti; la risoluzione della “questione territoriale” nonché la forte esigenza di un riordino complessivo del settore a partire dall’intesa raggiunta in Conferenza Unificata nel settembre 2017, ma non ancora concretamente attuata.

Questi i numeri che rendono particolarmente importante il Primo Rapporto sul Gioco Pubblico di Acadi: 78mila occupati a tempo pieno, 5 miliardi di effetti economici indotti, oltre 10 miliardi di versamento nelle casse dello Stato, 2 miliardi di valore da consumo indotto e 14 miliardi di valore aggiunto creato. Tutti dati che confluiscono in quella che è un’effettiva incidenza sul PIL pari all’1%.

Numeri che possono e devono essere il punto di partenza per comprendere a partire da oggi,  che la tenuta del comparto legale del gioco pubblico è di importanza fondamentale per il sistema paese non solo per l’aspetto economico ma anche per gli aspetti che coinvolgono la tutela della legalità, l’ordine pubblico nonché gli ambiti sociale e sanitario.

 

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN