05 Dicembre 2022 - 16:34

Olanda. Dal suo lancio, CRUKS registra 20mila utenti autoesclusi dal gioco d’azzardo

Il Registro centrale per l’esclusione del gioco d’azzardo olandese (CRUKS) ha registrato oltre 20.000 utenti dal suo lancio il 1 ottobre 2021. La cifra è stata divulgata da Kansspelautoriteit (KSA),

04 Agosto 2022

Print Friendly, PDF & Email

Il Registro centrale per l’esclusione del gioco d’azzardo olandese (CRUKS) ha registrato oltre 20.000 utenti dal suo lancio il 1 ottobre 2021.

La cifra è stata divulgata da Kansspelautoriteit (KSA), l’autorità di regolamentazione del gioco d’azzardo olandese, che ha fornito un aggiornamento del mercato sulle iniziative di gioco d’azzardo più sicure del mercato olandese.

Secondo le leggi del KOA Act del gioco d’azzardo olandese, CRUKS è gestito come un sistema obbligatorio che richiede a tutti gli operatori autorizzati di centralizzare i database dei propri clienti. Le regole della KSA impongono che “le sale giochi di slot machine, le filiali di Holland Casino e gli operatori di gioco d’azzardo online dovrebbero consultare CRUKS prima di consentire a un giocatore di giocare. Se qualcuno è nel registro, l’accesso sarà negato.

Il lancio di CRUKS ha coinciso con la legalizzazione del mercato del gioco d’azzardo online olandese il 1 ottobre, consentendo ai giocatori vulnerabili di autoescludersi da tutte le attività di gioco (al dettaglio + online) per un minimo di 6 mesi a un periodo indefinito, se lo desiderano.

Aggiornando le parti interessate, KSA ha informato che dal lancio di CRUKS, il suo registro è stato “consultato più di 148 milioni di volte”.

KSA ha dichiarato che continua a monitorare lo sviluppo di CRUKS e i termini per l’autoesclusione al fine di “rafforzare i requisiti nel campo della prevenzione delle dipendenze”.

CRUKS è un sistema di autoesclusione unico tra le giurisdizioni europee in quanto consente a partner, familiari e collaboratori stretti di registrare un giocatore per “autoesclusione involontaria”. “È necessario che una parte interessata, ad esempio un partner, un familiare o un fornitore di giochi d’azzardo, presenti una richiesta a KSA. Dopo un’attenta procedura, la KSA prenderà una decisione sull’autoesclusione.’, affermano le regole della KSA. Gli sviluppi più ampi del mercato vedono le parti interessate olandesi in attesa che il nuovo Ministro per la protezione legale Franc Weerwind pubblichi le raccomandazioni del “decreto sulla prevenzione delle dipendenze”.

Sebbene positivo sulle garanzie iniziali del mercato olandese, Weerwind ha precedentemente espresso preoccupazione per la maggiore partecipazione dei giovani adulti (dai 18 ai 24 anni) al gioco d’azzardo online dopo il lancio di KOA. Gli operatori autorizzati sono stati avvertiti che le imminenti riforme normative si concentreranno sul miglioramento degli standard pubblicitari e sull’implementazione di nuove misure/doveri per ridurre al minimo la dipendenza dal gioco.

PressGiochi