30 Settembre 2020 - 08:36

In scadenza in questi giorni preu degli apparecchi e canone di concessione

Il 28 maggio è il termine ultimo per il versamento del prelievo erariale unico (PREU) sugli apparecchi da intrattenimento. Il versamento riguarda la prima rata del III periodo contabile (maggio-giugno),

25 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il 28 maggio è il termine ultimo per il versamento del prelievo erariale unico (PREU) sugli apparecchi da intrattenimento. Il versamento riguarda la prima rata del III periodo contabile (maggio-giugno), pari al 25% del PREU dovuto per il I periodo contabile (gennaio-febbraio)

Sono tenuti all’adempimento gli esercenti attività di intrattenimento (concessionario di rete) ai quali Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato (AAMS) ha rilasciato il nulla osta per gli apparecchi e i congegni da divertimento per il gioco lecito di cui all’art. 110, co. 6, R.D. n. 773/1931 (TULPS)

Il versamento va fatto, utilizzando il Modello F24, esclusivamente in via telematica

Il codice tributo da utilizzare è il 5157: prelievo erariale unico ed interessi – III periodo contabile – sugli apparecchi e congegni da gioco di cui all’art. 110, c.6, del TULPS . In caso di mancato pagamento, si rischiano sanzioni amministrative pari al 30% dell’ammontare non versato.

 

CANONE DI CONCESSIONE – Scade in questi giorni anche il versamento del canone di concessione sugli apparecchi da intrattenimento, relativo al II periodo contabile (marzo-aprile). Sono tenuti all’adempimento i concessionari della rete telematica di cui all’art. 14-bis, co. 4 D.P.R. n. 640/1972
Il versamento va fatto utilizzando il Modello F24-accise utilizzando il codice tributo 5185: canone ed interessi previsti dalla convenzione per l’affidamento in concessione dell’attivazione e della conduzione operativa della rete per gli apparecchi di cui all’art. 110, c.6, del TULPS . In caso di omesso o insufficiente versamento di imposte la sanzione prevista è pari al 30% dell’ammontare non versato.

PressGiochi