01 Ottobre 2020 - 10:11

Casinò di Venezia. Il nuovo sindaco Brugnaro conferma il management della casa da gioco

Il nuovo sindaco di Venezia Luigi Brugnaro in occasione delle assemblee dei Soci e dei Consigli di amministrazione di Cdv Gioco, Cmv spa – la società patrimoniale del Casinò –

08 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il nuovo sindaco di Venezia Luigi Brugnaro in occasione delle assemblee dei Soci e dei Consigli di amministrazione di Cdv Gioco, Cmv spa – la società patrimoniale del Casinò – e Meeting & Dining, ha confermato i vertici delle società della casa da gioco, nonostante gli incassi del casinò continuino a calare.

Dopo Vittorio Ravà, già riconfermato direttore generale della casa da gioco lagunare sino a fine settembre e membro della CdV Gioco, mantengono la stessa data di scadenza anche il presidente della stessa società Ilaria Bramezza e, per Cmv Spa, l’amministratore unico, Andrea Martin.

Ciò non toglie che decisioni operative dovranno essere prese con una certa urgenza da Brugnaro e dal nuovo assessore al Bilancio e Aziende Partecipate Michele Zuin, in primo luogo per la Casinò Municipale di Venezia spa, appena ricapitalizzata per un milione di euro dal commissario uscente Vittorio Zappalorto per non mandarla in dissesto, ma che necessita di un’analoga “iniezione” di denaro fresco appunto entro fine settembre.

Ancora bloccata inoltre la trattativa con i sindacati sulla riorganizzazione della casa da gioco e i tagli alle spese di personale, che dovrà ripartire. Anche sulla base della valutazione di queste situazioni – oltre che della costante emorragia di incassi – Brugnaro dovrà decidere se dare fiducia o rimuovere l’attuale management, insediato solo pochi mesi fa da Zappalorto, a parte Ravà.

PressGiochi