29 Settembre 2020 - 06:48

Binetti (Ap): “Bene Lorenzin, è fondamentale affidare la cura del Gap al Ministero della Salute”

“Bene ministro Lorenzin. Aspettavamo già da alcuni mesi la firma sul decreto istitutivo del nuovo Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave.

21 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

“Bene ministro Lorenzin. Aspettavamo già da alcuni mesi la firma sul decreto istitutivo del nuovo Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave. La legge di stabilità 2015 aveva fatto due passi avanti molto concreti stanziando fondi a favore della prevenzione e cura della dipendenza grave dal gioco d’azzardo e spostando l’osservatorio dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli (Aams) al Ministero della Salute. Ma mancando il decreto attuativo sembrava che il problema del GAP, fenomeno in drammatica crescita, continuasse ad essere di competenza esclusiva del Mef”. E’ quanto afferma la deputata di Area popolare Paola Binetti.

“La composizione del nuovo Osservatorio riflette perfettamente obiettivi e composizione- prosegue-, così come previsti dal disegno di legge di iniziativa parlamentare sulla cura e prevenzione della dipendenza dal gioco d’azzardo, approvato in XII commissione il 26 giugno dell’anno scorso e non ancora giunto in Aula. Ha il compito di monitorare la dipendenza dal gioco, di definire linee di azione per garantire una efficace prevenzione, e tutte le cure necessarie per ottenere una piena riabilitazione. In definitiva- aggiunge Binetti- avrà il compito di valutare le misure più efficaci per contrastare la diffusione del fenomeno della dipendenza. Il ministro Lorenzin, per dare il giusto valore al decreto appena firmato e mostrarne le ragioni di assoluta urgenza, si spinge a quantificare il fenomeno dicendo che abbiamo tre milioni di italiani che rischiano di sviluppare una dipendenza dal gioco e questo dato definisce un vero e proprio allarme sanitario”.

“Caro Ministro, non resta che far approvare una legge già pronta, che ha ottenuto il benestare di tutte le commissioni di merito, e attende solo quello della commissione Bilancio? Vale la pena ricordare- conclude la parlamentare di Ap- che mai come in questo caso la copertura economica è abbondantemente garantita dagli stessi meccanismi di gioco che lo Stato gestisce in regime di monopolio. L’approvazione dell’Osservatorio è cosa buona e necessaria, ma non sufficiente da sola per contrastare questo fenomeno che il ministro definisce allarme sanitario. Non può essere il Mef, neppure quando arriverà in porto il decreto con la delega fiscale a gestire un allarme sanitario. Occorre che il Ministero della Salute tuteli e garantisca la salute anche in questo campo delicatissimo”.

PressGiochi