26 Settembre 2020 - 22:49

Austria. Il Tribunale dichiara illegittimo il monopolio nazionale dei giochi

L’attuale sistema monopolistico vigente nel mercato austriaco del gaming sarebbe incompatibile con il diritto dell’Unione europea e in particolare sarebbe non conforme al principio di libertà di Stabilimento sancito dall’art.

07 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

L’attuale sistema monopolistico vigente nel mercato austriaco del gaming sarebbe incompatibile con il diritto dell’Unione europea e in particolare sarebbe non conforme al principio di libertà di Stabilimento sancito dall’art. 56 del TFUE.

Lo ha stabilito, per la seconda volta nel giro di pochi giorni, il Tribunale Amministrativo Regionale dell’Alta Austria intervenendo su un ricorso presentato da una stazione di servizio nella quale erano installati apparecchi da gioco senza regolare licenza.

Come accaduto nei confronti del regime italiano, anche in questo caso il giudice domestico ha criticato che il monopolio fosse legittimato solo in minima parte dall’esigenza di ordine pubblico e tutela dei consumatori, quanto più da esigenze di cassa dello Stato.

Il tribunale conferma così per la seconda volta l’illegittimità del sistema monopolistico nazionale.

PressGiochi