30 Settembre 2020 - 12:18

Zanetti (Economia): “Enti locali liberi nel modificare le aliquote fiscali per contrastare il gioco”

Il Sottosegretario all’economia Enrico Zanetti ha risposto quest’oggi in Commissione finanze della Camera all’interrogazione presentata dall’esponente di Sel Giovanni Paglia che chiedeva la possibilità le modificare le aliquote tasi per

13 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il Sottosegretario all’economia Enrico Zanetti ha risposto quest’oggi in Commissione finanze della Camera all’interrogazione presentata dall’esponente di Sel Giovanni Paglia che chiedeva la possibilità le modificare le aliquote tasi per gli esercenti che detengono gli apparecchi da gioco nei propri locali.

 

Il sottosegretario ha ricordato che “L’articolo 52 del decreto legislativo 446 del 15 dicembre 1997 riconosce agli enti locali la possibilità di determinare in autonomia la possibilità di diversificare le aliquote in materia di tributi locali così come per la tasi”.

“I comuni – ha dichiarato Zanetti – hanno piena autonomia nella determinazione dell’aliquota TASI entro i limiti predeterminati dalla legge e che pertanto tale discrezionalità può essere utilizzata dagli enti locali per incentivare o disincentivare iniziative economiche.

La differenziazione di aliquota TASI con riguardo ai locali in cui sono presenti apparecchiature per il gioco d’azzardo, laddove rispondesse a criteri generali di ragionevolezza e non discriminazione, potrebbe essere introdotta solo attraverso un apposito intervento normativo.
Deve, tuttavia, rilevarsi che la potestà di diversificare le aliquote in materia di tributi locali rientra in via generale nell’autonomia impositiva riconosciuta agli enti locali in virtù dell’articolo 52 del decreto legislativo del 15 dicembre 1997, n. 446, e dovrà essere esercitata sempre e comunque nel rispetto dei criteri generali di ragionevolezza e non discriminazione sopra citati, come del 3/DF del 18 maggio 2012, seppure a resto già chiarito nella circolare n. proposito di IMU”.

 

“Finalmente una buona notizia. – ha commentato Paglia – Oggi il MEF, ha per la prima volta affermato che esiste la possibilità per i Comuni di applicare aliquote IMU e TASI ridotte per i locali slot-free. Si tratta di una possibilità vera data agli enti locali per combattere la diffusione del gioco d`azzardo. Mi auguro che da domani siano in molti ad approfittarne, dando seguito alle battaglie portate avanti da anni da tante associazioni e cittadini contro la ludopatia”.

PressGiochi