22 Ottobre 2020 - 16:52

William Hill: trattative in corso con Apollo e Caesars Entertainment

William Hill ha confermato che il suo consiglio di amministrazione sta valutando una trattativa con il gigante degli investimenti Apollo Global Management e con il suo partner statunitense di scommesse

28 Settembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

William Hill ha confermato che il suo consiglio di amministrazione sta valutando una trattativa con il gigante degli investimenti Apollo Global Management e con il suo partner statunitense di scommesse sportive e igaming, Caesars Entertainment.
L’operatore ha spiegato che avendo ricevuto una prima proposta scritta da Apollo il 27 agosto, ha poi ricevuto un’ulteriore offerta dall’azienda, mentre Caesars ha fatto la sua proposta.

“Le discussioni tra William Hill e le rispettive parti sono in corso”, ha detto William Hill. “Non ci può essere certezza che verrà fatta alcuna offerta per William Hill, né quanto ai termini in base ai quali potrebbe essere fatta un’offerta.”

Secondo le norme del Regno unito, sia Apollo che Caesars sono tenuti ad annunciare la ferma intenzione di fare un’offerta per l’operatore entro il 23 ottobre.

Caesars ha recentemente concluso una mega fusione con Eldorado Resorts, che ha visto la creazione del più grande operatore di casinò degli Stati Uniti.
Quell’accordo coinvolge anche William Hill, che ha raggiunto un accordo di 25 anni per servire come partner esclusivo per le scommesse sportive Eldorado Resorts, in cambio di una quota del 20% nell’attività.
All’inizio di questo mese negli Stati Uniti c’erano rumors secondo i quali William Hill fosse in trattativa con Caesars su una sorta di combinazione delle loro risorse online. L’accordo Eldorado riguardava solo i giochi online e il suggerimento era che l’accordo esistente potesse essere ampliato per includere il casinò online.

Per la prima metà dell’anno, William Hill ha registrato un calo delle entrate del 31,7% su base annua a 554,4 milioni di sterline, in un periodo in cui il blocco del nuovo coronavirus (Covid-19) ha influito negativamente sulle prestazioni. Tuttavia, un rimborso IVA di 230,7 milioni di sterline – per le tasse applicate erroneamente alle entrate guadagnate da alcune macchine da gioco prima del 2013 – ha visto l’utile netto crescere fino a 115,6 milioni di sterline.

Per lo stesso periodo, Caesars ha registrato entrate per $ 2,79 miliardi, in calo del 50,3% rispetto alle entrate combinate del business legacy per la prima metà del 2019.

Le azioni di William Hill sono aumentate dopo la diffusione della notizia di potenziali offerte, salendo del 39,29% a 303,10 pence per azione a Londra venerdì pomeriggio (25 settembre). Le azioni di Caesars Entertainment, nel frattempo, hanno chiuso ieri a New York in calo del 3,63% a $ 52,87 per azione.

PressGiochi