30 Giugno 2022 - 15:37

Villarosa su certificazioni comma 7: “Serve una proroga dei termini”

“Il Governo decide di tassare FLIPPER, i CALCIOBALILLA e persino i PING PONG! Ho inviato una lettera al ministro Franco, ai viceministri e sottosegretari al MEF e a tutti i

05 Maggio 2022

Print Friendly, PDF & Email

“Il Governo decide di tassare FLIPPER, i CALCIOBALILLA e persino i PING PONG!

Ho inviato una lettera al ministro Franco, ai viceministri e sottosegretari al MEF e a tutti i capigruppo della Camera dei Deputati affinché possano intervenire immediatamente almeno prevedendo una proroga del termine ultimo per l’invio delle richieste, ai Monopoli, per l’utilizzo in locali aperti al pubblico di tutti gli apparecchi da gioco e intrattenimento SENZA vincite in denaro (flipper, calcio balilla, freccette, ecc..)”.

 

A scriverlo Alessio Villarosa, ex pentastellato oggi nelle fila del gruppo Misto, in passato sottosegretario all’economia che ha avuto modo di occuparsi di giochi pubblici.

“Il Governo in buona sostanza con le nuove norme ha deciso di equiparare questo genere di apparecchi alle classiche VLT obbligando di fatto tutti i distributori di tali strumenti a presentare tutta una serie di certificazioni, che oltre ad avere un costo molte volte sono proprio impossibili da possedere, prima di poterli installare nei vari locali pubblici pena sequestro o sanzione.

Tutto ciò oltre a generare una confusione totale in tutto il comparto ha di fatto generato una vera e propria tassa nascosta per questo genere di apparecchi che poco interessano la lotta al gioco d’azzardo e la prevenzione della ludopatia.

Spero il Governo se ne renda conto e intervenga nel minor tempo possibile. Ma la mia domanda è: arrivati a questo punto dobbiamo aspettarci che presto entreranno anche nei nostri conti correnti?”.

 

PressGiochi