27 Gennaio 2021 - 04:32

Villarosa (Mef): “Ristori, lotterie, scommesse e case da gioco hanno ricevuto 25,75 milioni di euro”

Le attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco hanno ricevuto 25,75 milioni di euro tramite 3.862 pagamenti. Lo afferma il sottosegretario all’economia Alessio Villarosa rispondendo all’interrogazione

11 Dicembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Le attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco hanno ricevuto 25,75 milioni di euro tramite 3.862 pagamenti.

Lo afferma il sottosegretario all’economia Alessio Villarosa rispondendo all’interrogazione di Gian Mario Fragomeli del Pd relative all’erogazione di contributi a fondo perduto in favore delle imprese danneggiate dall’e-mergenza epidemiologica da Covid-19.

I decreti-legge n. 137 del 28 ottobre 2020 (decreto Ristori 1), n. 149 del 9 novembre 2020 il (decreto Ristori-bis), n. 154 del 23 novembre 2020 (decreto Ristori-ter) e n. 157 del 30 novembre 2020 (decreto Ristori quater) – afferma Villarosa – hanno previsto l’erogazione di contributi a fondo perduto in favore degli operatori economici interessati dalle misure di contenimento dell’epidemia da COVID-19 introdotte dai D.P.C.M. del 24 ottobre e del 3 novembre 2020. Le richiamate disposizioni hanno stabilito che i contributi a fondo perduto di cui trattasi sono erogati automaticamente dall’Agenzia delle entrate a coloro che hanno già percepito il contributo a fondo perduto di cui all’articolo 25 del decreto-legge 19 maggio 2020 (decreto Rilancio), accreditando il medesimo conto corrente bancario o postale sul quale era stato erogato il precedente contributo.

Invece, gli operatori, che non avevano presentato istanza ai sensi del menzionato decreto Rilancio e che registrano anche ricavi e compensi annui maggiori di 5 milioni di euro, possono richiedere il contributo a fondo perduto secondo le modalità stabilite con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 20 novembre 2020.

Tanto premesso, l’Agenzia delle entrate segnala che i pagamenti dei contributi previsti dai richiamati decreti-legge sono stati disposti automaticamente dall’Agenzia delle entrate e decorrere dal 6 novembre 2020, a coloro che avevano già percepito il contributo a fondo perduto di cui al Decreto Rilancio (senza necessità di presentare una nuova istanza). In particolare, nell’arco di poco più di un mese sono stati finora erogati automaticamente n. 613.087 contributi a fondo perduto per un controvalore di circa 2.357 milioni di euro, con tempi medi di pagamento da 4 a 15 giorni rispetto alla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti-legge di riferimento.

PressGiochi