03 Febbraio 2023 - 20:37

Videogiochi online. EL: “Distinguere giochi d’azzardo dagli altri giochi”

L’associazione europea delle lotterie, EL chiede di mantenere una netta separazione tra gioco d’azzardo e gaming mentre il Parlamento europeo adotta la risoluzione sulla protezione dei consumatori nei videogiochi online

18 Gennaio 2023

Print Friendly, PDF & Email

L’associazione europea delle lotterie, EL chiede di mantenere una netta separazione tra gioco d’azzardo e gaming mentre il Parlamento europeo adotta la risoluzione sulla protezione dei consumatori nei videogiochi online


Le lotterie europee (EL) chiedono il mantenimento di una netta linea di separazione tra il gioco d’azzardo e il gioco d’azzardo. Anche se a volte questa linea può essere sfumata, la giurisprudenza della Corte di giustizia dell’UE è chiara. Tutte le questioni relative al gioco d’azzardo – compresa la definizione di cosa sia e cosa non sia il gioco d’azzardo – rientrano nella competenza esclusiva degli Stati membri e dovrebbero continuare ad essere affrontate dalle autorità competenti a livello nazionale.

“EL accoglie con favore la risoluzione scaturita dalle relazioni di iniziativa del Parlamento europeo, che invita a garantire un’adeguata protezione dei consumatori e una grande trasparenza”, afferma Arjan van ‘t Veer, segretario generale di EL. ”Tuttavia, la separazione tra gioco d’azzardo e gioco dovrebbe essere mantenuta per regolamentare il gioco d’azzardo a livello nazionale”. Oggi il Parlamento europeo ha adottato la sua risoluzione sulla “Protezione dei consumatori nei videogiochi online: un approccio al mercato unico europeo” con 577 voti a favore, 56 contrari e 15 astensioni. La risoluzione riconosce l’importanza e il valore del settore dei videogiochi, chiedendo anche maggiori misure per proteggere i giocatori. In particolare, vengono richieste una migliore protezione dei minori rendendo disponibili informazioni più chiare sul contenuto, sulle politiche di acquisto in-game e sulla fascia di età target dei giochi sulla falsariga del sistema Pan European Game Information (PEGI) già in uso. C’è un tentativo di garantire che i genitori abbiano un buon controllo su quanto tempo e denaro i loro figli spendono giocando e un appello per un approccio europeo comune sui bottini. Viene inoltre sottolineata l’importanza di garantire la protezione dei dati e la protezione dei gruppi vulnerabili. Per sostenere e sbloccare il potenziale del settore dei videogiochi in quanto tale, la risoluzione propone di istituire un premio europeo annuale per i videogiochi online e una strategia europea globale per i videogiochi. EL, in qualità di più grande associazione di settore per le lotterie e le organizzazioni toto in Europa, continuerà a monitorare da vicino e, se del caso, a essere attivamente coinvolta in questa discussione nel migliore interesse dei suoi membri.

PressGiochi