20 Settembre 2020 - 23:41

Via libera al Def 2015. Tra gli impegni presi dal Governo la riforma della tassazione dei giochi pubblici; no a nuove tasse sull’online

Tra gli impegni presi dal governo si prevede di proseguire e concludere, confermando il metodo di stretto confronto collaborativo tra Parlamento e Governo finora seguito, il processo di attuazione della delega per la riforma del

24 Aprile 2015

Print Friendly, PDF & Email

L’Aula della Camera ha approvato la risoluzione di maggioranza sul Def 2015. I voti favorevoli sono stati 328, i contrari 159. Anche dal Senato è arrivato il via libera al Documento di economia e finanza.

Tra gli impegni presi dal governo si prevede di proseguire e concludere, confermando il metodo di stretto confronto collaborativo tra Parlamento e Governo finora seguito, il processo di attuazione della delega per la riforma del sistema fiscale, la quale costituisce lo strumento fondamentale per dare risposta a molte delle raccomandazioni espresse dall’Unione europea e ai prioritari obiettivi di riforma in questo campo indicati dal PNR, di cui fa parte tra le altre cose, la riforma della tassazione dei giochi pubblici.

Sulla questione Agenzie fiscali, il Governo al fine di garantire l’effettivo raggiungimento degli obiettivi di gettito indicati nel Documento, si impegna a definire in tempi brevi la questione relativa alle posizioni dirigenziali nelle Agenzie fiscali, individuando soluzioni di carattere amministrativo e, se necessario, normativo, che, nel pieno rispetto dei principi di legalità, trasparenza e promozione del merito, e di quelli dettati dalla corte costituzionale, consentano di assicurare la piena efficacia nell’azione delle Agenzie.

E’ stato invece espresso parere contrario dall’Aula alla risoluzione D’Incà e altri (M5S) nella quale si proponeva tra le altre cose di innalzare la tassazione su tutti i giochi d’azzardo da effettuarsi sulla raccolta e della tassazione ad oggi applicata al mercato dell’on line che raccoglie ben 13 miliardi dalle giocate, risorse da utilizzare per una efficace contrasto al gioco d’azzardo patologico in particolare sostenendo la prevenzione e la cura nonché il sostegno alle famiglie. Preclusa anche al Senato la risoluzione Marton e altri (M5S) contenente la stessa proposta.

 

Def. Bulgarelli (M5S): “Armonizzare regime fiscale dei diversi giochi”

DEF 2015. De Micheli: “Impegno del governo quello di garantire funzionalità delle Agenzie fiscali”

DEF 2015. Di Maio (Pd): “Intervenire con urgenza su Agenzie fiscali”

Def 2015. Parere favorevole della Comm. Finanze a patto che si prosegua la riforma della tassazione dei giochi attraverso la Delega fiscale

Def 2015. Per il Movimento 5 Stelle i proventi attesi dal gioco sono del tutto inattendibili

PressGiochi