24 Settembre 2020 - 03:56

Venezia. Si pensa a una riduzione di personale al Casinò

  Nuova dirigenza, vecchi problemi. Il progetto del neopresidente del Casinò di Venezia Ilaria Bramazza punta subito alla soluzione delle criticità storiche dell’azienda: riduzione dei dipendenti e marketing più aggressivo. Nel 2014 hanno

02 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

 

Nuova dirigenza, vecchi problemi. Il progetto del neopresidente del Casinò di Venezia Ilaria Bramazza punta subito alla soluzione delle criticità storiche dell’azienda: riduzione dei dipendenti e marketing più aggressivo. Nel 2014 hanno lasciato l’azienda (per aver maturato il diritto alla pensione) 24 dipendenti, ma la cura dimagrante continua.

Al tavolo delle trattative si discute la sorte di una trentina di dipendenti che potrebbero lasciare a loro volta la società sfruttando la legge Fornero, in un’ottica di riorganizzazione del piano industriale della casa di gioco d’azzardo veneziana. La proposta è arrivata dalla stessa Cgil nel corso di un incontro con l’azienda e il Comune. In ballo, la rinuncia o meno alla buonauscita che spetterebbe ai lavoratori. Il sindacato autonomo Usb si è già detto contrario e in una lettera inviata alle parti in causa punta il dito contro il nuovo piano organizzativo: «è oltremodo discutibile che a seguito di questa operazione venga eseguite nuove “assunzioni a chiamata”».

PressGiochi