22 Settembre 2020 - 13:31

Venezia. Il sindaco Brugnaro firma l’ordinanza sui limiti orari a sale giochi e esercizi commerciali

Venezia firma l’ordinanza per la limitazione dell’orario di apertura di sale giochi, centri scommesse ed esercizi pubblici. Dopo l’intervento della Prefettura che aveva emanato un regolamento per le sale giochi

17 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

Venezia firma l’ordinanza per la limitazione dell’orario di apertura di sale giochi, centri scommesse ed esercizi pubblici. Dopo l’intervento della Prefettura che aveva emanato un regolamento per le sale giochi imponendo distanze, limiti orari e salate sanzioni, da mattere a disposizione di tutti i comuni del veneziano, ieri il sindaco Luigi Brugnaro ha firmato l’ordinanza che pone un limite alla diffusione del gioco d’azzardo nelle tabaccherie, bar e sale giochi.

L’ordinanza va a disciplinare nuovi orari di apertura e chiusura delle sale scommesse e delle sale Vlt e anche nuovi orari di utilizzo degli apparecchi di gioco con vincite di denaro installati presso pubblici esercizi, tabaccherie ed esercizi commerciali. Per le sale dedicate si prevede un orario di apertura e di esercizio delle sale dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 di tutti i giorni compresi i festivi, mentre per gli altri esercizi gli apparecchi da gioco dovranno essere spenti nelle ora vietate.

La fase sperimentale, in attesa della completa revisione del Regolamento comunale, durerà fino al 31 dicembre 2016.

I gestori degli apparecchi da gioco con vincita in denaro – pena sanzioni elevate a 350 euro per chi trasgredisce – sono obbligati ad esporre i nuovi orari, ma soprattutto a mettere ben in evidenza formule di avvertimento sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincita in denaro.

PressGiochi

 

Casino di Venezia. “Insoddisfazione” dei sindacati dei lavoratori verso la nuova dirigenza

Abano Terme. Firmata ordinanza su orari e distanze delle slot. Il sindaco Claudio: “Per combattere la ludopatia più spazio ai casinò”