23 ottobre 2019
ore 07:43
Home Associazioni Venezia. Alla riunione di Federgioco discussione sull’antiriciclaggio, il gioco responsabile, il poker live”

Venezia. Alla riunione di Federgioco discussione sull’antiriciclaggio, il gioco responsabile, il poker live”

SHARE
Venezia. Alla riunione di Federgioco discussione sull’antiriciclaggio, il gioco responsabile, il poker live”

“Antiriciclaggio, sostegno al gioco responsabile contro le ludopatie e nuove direttive per il Poker live sono stati i temi centrali affrontati dall’Assemblea e dal Direttivo di Federgioco”. Sottolinea il Cons. Olmo Romeo, Vicepresidente di Federgioco.

L’Assemblea di Federgioco, presieduta dal Casinò di Sanremo con il Vicepresidente,  ha approvato all’unanimità il bilancio di previsione 2018, incentrando una parte sostanziale dei lavori a tematiche basilari quali la normativa sull’antiriciclaggio e i possibili strumenti di contrasto alla ludopatia”.  Precisa il cons. Olmo Romeo, vicepresidente Federgioco: “Abbiamo analizzato le norme in tema di anticiriciclaggio,soffermandoci sulle possibili implicazioni, attraverso le differenziate esperienze delle quattro case da Gioco Italiane, che sono ben supportate  da parte del Ministero e degli uffici competenti, che ringraziamo. E’ stato ribadito l’impegno generale contro le ludopatie attraverso, soprattutto, una capillare informazione, che dovrebbe essere applicata a livello generalizzato da tutti gli esercenti, per ottenere migliori risultati. Il gioco deve essere considerato come intrattenimento e deve progressivamente essere epurato da ogni forma patologica. E’ nostro impegno, come lo deve essere di tutti a livello sociale. Nel 2018 proseguiremo sulla parte informativa con un nuovo convegno Federgioco, dopo quello tenutosi ad ottobre nel Casinò di Sanremo, che è stato basilare per il coinvolgimento di tutti gli enti  e le istituzioni impegnate per contenere la problematica”.

 

Il vicepresidente Romeo ha inoltre riaffermato che il Poker live va considerato come gioco di abilità.  “Redigeremo, nei prossimi mesi,  un documento che analizzerà il settore nelle quattro Case da Gioco, firmato da Federgioco,  indirizzato al Ministero dell’Economia e al Viminale. Inseriremo richieste mirate per meglio regolamentare il settore.  Chiederemo che  nell’organizzare tornei di poker al di fuori dei casinò sia garantito il mancato accesso ai minori attraverso l’identificazione delle persone, che venga previsto il divieto assoluto di Poker Cash,  che venga sempre rispettata la normativa antiriciclaggio e il divieto di pagare premi in denaro.”

 

Concludendo una riflessione sull’andamento dei casinò Italiani per il  2017 che si sta chiudendo: “Il mercato risente ancora della crisi economica a livello globale, ma  i Casino’italiani si stanno ricollocando sul mercato, andando a interpretare e a soddisfare tutte quelle richieste che arrivano dai giocatori, come il poker e l’online, riuscendo ad assicurare gioco trasparente, sicuro, con alti livelli di vincite, organizzando spettacoli di qualità, in prospettiva turistica, mantenendo la loro funzione di  volano economico. Sentiamo la responsabilità di stabilizzare le aziende dal punto di vista economico, garantendo livello occupazionale, un percorso che durerà per tutto il 2018”, ha concluso il cons. Olmo Romeo, che è stato  nominato nuovo rappresentate di Federgioco all’interno di European Casino Association (ECA), a partire dal febbraio 2018, “Questo  incarico  rappresenterà un nuovo motivo di costruttivo confronto a livello europeo e per questo ringrazio il Consiglio Direttivo della fiducia accordata”.

PressGiochi

 

 

 

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN