02 Febbraio 2023 - 03:12

VdA: in Regione si discute sul casinò de la Vallée e sulla gestione del personale

Con un’interrogazione del gruppo Lega Vallée d’Aoste discussa nella seduta consiliare del 14 dicembre 2022 è stata nuovamente affrontata la questione della riorganizzazione del Casinò de la Vallée. A seguito

15 Dicembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

Con un’interrogazione del gruppo Lega Vallée d’Aoste discussa nella seduta consiliare del 14 dicembre 2022 è stata nuovamente affrontata la questione della riorganizzazione del Casinò de la Vallée.

A seguito di notizie relative alla mobilità di personale, il Vicecapogruppo Stefano Aggravi ha chiesto quali siano gli effetti operativi, anche sul costo del personale dell’Azienda, di queste mobilità e se gli avvisi di selezione del personale siano coerenti con questa procedura; quali siano le motivazioni della pubblicazione dell’avviso di ricerca per la predisposizione di un piano di rinnovo degli hotels Billia e se queste iniziative siano in linea con le previsioni del piano concordatario vigente.

«L’Azienda ha riferito di essersi posta l’obiettivo di ridurre il personale e quindi del costo del lavoro, così come contenuto nel piano industriale oggetto della procedura concordataria – ha risposto l’Assessore alle partecipate, Luciano Caveri -. Il personale amministrativo in uscita non dovrà essere sostituito, a differenza di quello tecnico che avrà contratti flessibili e concentrati nei picchi dei fine settimana e delle festività. Il costo del piano di esodo incentivato, concordato con le forze sindacali, è pari a 625mila euro, accantonati in un fondo specifico nell’esercizio 2022. I risparmi, quantificati in 1 milione di euro, sono già previsti a partire dal 2023. I bandi riguardano l’unità produttiva servizi alberghieri: una estetista specializzata per il centro benessere del Billia e di un division manager che si occuperà di sviluppare la posizione competitiva della struttura alberghiera – che è andata meglio rispetto alle previsioni negative. Ci sono tre ricerche aperte per l’assunzione a tempo determinato di tre tecnici informatici per il rinnovamento tecnologico, ma non è pervenuta nessuna candidatura. Le camere dei due alberghi richiedono importanti lavori di manutenzione, che potranno essere realizzati negli ambiti di costo del piano industriale e con priorità per le situazioni più urgenti. L’Azienda ha anche fatto sapere che ogni azione assunta è in linea con le previsioni del piano concordatario e che la gestione in atto consente di migliorare questi obiettivi, in particolare il pagamento della prima rata dei creditori chirografari entro questo mese, con sei mesi di anticipo rispetto alla scadenza.»

Il Vicecapogruppo Stefano Aggravi ha replicato: «Sugli avvisi di selezione del personale, invito l’Assessore a fare delle verifiche perché a me risulta che vi siano anche delle posizioni sulla Casa da gioco. Rispetto alle sponsorizzazioni sui social, rilevo un piccolo problema: è la Casa da gioco che fa le sponsorizzate o è il soggetto responsabile della divisione che deve assumere? È una cosa delicata, perché chi fa la sponsorizzata è responsabile in toto. Invito l’Assessore a fare qualche verifica in più per non incorrere in problematiche. Se ci sono delle manutenzioni da fare sulle camere, ne prediamo atto ma ricordo che gli investimenti che furono fatti sono notevoli. Sono soddisfatto che il piano sia rispettato e i buoni risultati confermano che l’Azienda sta lavorando e che ci sono buone prospettive rispetto ad un mercato che sappiamo essere pesantemente in difficoltà.»

PressGiochi