24 Settembre 2020 - 00:03

Valve, compagnia americana di videogiochi accusata di azzardo

Secondo il sito VG247, specializzato in videogiochi, Valve, l’azienda sviluppatrice di software e appunto videogiochi sarebbe stata messa sotto accusa per aver volontariamente facilitato e tratto profitto dal gioco d’azzardo

24 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

Secondo il sito VG247, specializzato in videogiochi, Valve, l’azienda sviluppatrice di software e appunto videogiochi sarebbe stata messa sotto accusa per aver volontariamente facilitato e tratto profitto dal gioco d’azzardo online illegale per come sta gestendo Counter Strike: Global Offensive. Il problema sarebbero le “skin” delle armi (virtuali) usate un po’ come chip di casinò. Steam ha delle API che permettono agli utenti di collegare i loro account a siti di terze parti, dove si possono usare le skin come moneta di scambio. Questi siti non verificano l’età degli utenti, permettendo anche ai minorenni di giocare. Intorno a questi scambi si è creato un giro d’affari complessivo di 2.3 miliardi di dollari, stando a un resoconto di Bloomberg. Questa causa potrebbe aprire nuovi e particolari scenari nel gioco online e una “particolare” polemica sull’argomento.

PressGiochi