11 Agosto 2020 - 12:44

Vaccari (Pd): “Dalla Commissione Antimafia, proposte per contrastare il match fixing”

“L’indagine della Dda di Napoli che ha svelato il traffico della camorra sul campionato di serie B e ha portato a 10 arresti punta i riflettori su un fenomeno molto

23 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

“L’indagine della Dda di Napoli che ha svelato il traffico della camorra sul campionato di serie B e ha portato a 10 arresti punta i riflettori su un fenomeno molto diffuso nel nostro Paese, sul quale stiamo indagando anche come Commissione bicamerale Antimafia”.

Lo ha dichiarato il senatore del Pd Stefano Vaccari, coordinatore del comitato dell’Antimafia sulle infiltrazioni della criminalità nel gioco legale e illegale, commentando l’inchiesta di oggi che ha portato la Direzione distrettuale Antimafia alla scoperta di numerose influenze della camorra sui risultati di alcune competizioni di Serie B e in particolare su Moodena-Avellino e Avellino-Reggina della stagione 2013-2014.

“Il ‘match fixing’, ovvero l’attività di truccare i risultati delle partite di calcio per riuscire a lucrare denaro attraverso le scommesse, – ha proseguito Vaccari – è ormai un’attività abituale delle mafie, ma anche più in generale della criminalità. Sta passando l’idea che in Italia anche lo sport possa essere oggetto di traffici illegali. E’ in dirittura di arrivo in Antimafia la relazione del X comitato sulle infiltrazioni mafiose nel gioco legale e illegale – conclude Vaccari – che conterrà anche una serie di proposte per prevenire e contrastare questo fenomeno odioso”.

PressGiochi

 

Calcio-scommesse. Nuovo scandalo sulla serie B, 10 arresti; Abodi: “Ricordiamo la correttezza della maggioranza del sistema”