18 Agosto 2022 - 22:06

USB: “All’ADM non si bada a spese”

Mentre il Documento di Economia e Finanza 2022 preannuncia una nuova stagione di spending review, legando i prossimi rinnovi contrattuali ai risparmi delle pubbliche amministrazioni, all’ADM non si bada a

30 Giugno 2022

Print Friendly, PDF & Email

Mentre il Documento di Economia e Finanza 2022 preannuncia una nuova stagione di spending review, legando i prossimi rinnovi contrattuali ai risparmi delle pubbliche amministrazioni, all’ADM non si bada a spese e qualsiasi cosa diventa un evento, un’occasione per il nostro direttore di fare pubbliche relazioni davanti a ricchi buffet …

Come scrive il sindacato USB Pubblico Impiego – Agenzie Fiscali in una nota stampa: “Che si tratti di ristrutturare immobili di “rappresentanza” in posti che a noi appaiono assurdi (ma accolti con favore dai politici eletti in quel collegio), ristrutturare yacht o acquisire macchine di lusso sequestrate per elargirle a enti vari (piuttosto che mandarle all’asta), tutto diventa un’occasione per creare l’evento a favore di telecamere e “migliorare” l’immagine dell’Agenzia.

Ieri è stata la volta dell’Almanacco, decine di colleghi chiamati in divisa a piazza Mastai a fare foto. Se poi la divisa non ce l’avevi perché hai sempre lavorato al personale, nessun problema, te ne consegnavano una nuova nuova apposta per fare le foto. Se il tuo ufficio è in difficoltà per le carenze di organico e le ferie estive, nessun problema, l’Almanacco ha la priorità e persino una ventina di persone possono essere distolte da Fiumicino per andare a fare le foto!!!

Prossimamente sarà la volta del giuramento dei nuovi assunti. Quello che dovrebbe essere la normalità in una pubblica amministrazione, come assumere, diventerà un evento. Il 19 luglio centinaia di nuovi colleghi saranno chiamati a Roma in missione per giurare alla Sala Sinopoli dell’Auditorium, con tanto di dress code e familiari al seguito e un buffet degno delle personalità che verranno invitate, ovvio. Una rappresentazione che ricorda la fine CAR del servizio militare…siamo ormai ai confini della realtà, al di là quei quali scadiamo nel ridicolo.

Ci ricorderemo dei Ministri e dei politici che sicuramente affolleranno l’ennesimo teatrino e ricorderemo loro i ricchi buffet e i soldi buttati se si azzarderanno a chiedere ulteriori sacrifici ai lavoratori…”.

PressGiochi