21 Settembre 2020 - 05:59

Ungheria. Presentato emendamento al Gambling Act per limitare le licenze dell’online

Una proposta di emendamento al Gambling Act ungherese è stata presentata al Parlamento il 16 giugno da un parlamentare del partito di maggioranza. Secondo la motivazione della proposta, l’obiettivo è

22 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Una proposta di emendamento al Gambling Act ungherese è stata presentata al Parlamento il 16 giugno da un parlamentare del partito di maggioranza. Secondo la motivazione della proposta, l’obiettivo è la regolamentazione più dettagliata di casino online e giochi di carte (principalmente riserve tecniche), ma ci sono anche alcuni cambiamenti significativi.
La proposta consentirebbe il rilascio di una licenza da parte dell’Authority del gioco ungherese a soli due casinò online. L’efficace Gambling Act non contiene invece una tale restrizione, visto i tutti e sette i titolari di una concessione per i casinò terrestri potrebbero teoricamente richiedere e ottenere una licenza per il gioco online.

Se la proposta è stata approvata dal Parlamento come sottoscritta dai parlamentari, un altro cambiamento significativo sarebbe che i concessionari delle case da gioco terrestri potrebbero avere il diritto di prestare servizi di scommesse sportive a distanza, e non solo il gioco d’azzardo statale. Non è chiaro perché, ma il ragionamento della proposta non si riferisce a questo cambiamento.

Va notato tuttavia, che la proposta è poco chiara e contiene diverse contraddizioni e incoerenze; quindi è improbabile che il Parlamento adotterà la proposta senza emendamenti.
Il Parlamento discuterà la proposta nella riunione plenaria del 22-23 giugno, e successivamente, se adottata, la modifica della Legge di gioco diventerà efficace il 1 settembre 2015.
Va ricordato che il 27 novembre 2014, il legislatore ungherese ha già limitato in modo significativo il mercato del gioco a distanza, prescrivendo che: solo il concessionario statale può fornire servizi di scommesse sportive a distanza, e che solo i concessionari delle case da gioco terrestri possono ottenere una licenza per casinò e giochi di carte a distanza.
Secondo notizie di stampa, il governo non intende concedere ulteriori concessioni per i casino terrestri, quindi nessun nuovo operatore può entrare nel mercato dei casinò online e dei giochi di carte a distanza.
Inoltre, l’Autorità di Gioco ungherese, continua a bloccare le pagine web di gioco d’azzardo a distanza e nessun cambiamento di queste norme è in vista.

PressGiochi