06 Dicembre 2022 - 14:13

UK, la partecipazione al gioco d’azzardo online raggiunge il 27%

La cifra record è stata rivelata negli ultimi dati della Gambling Commission sulla partecipazione al gioco d’azzardo.

26 Ottobre 2022

Print Friendly, PDF & Email

La Commissione britannica per il gioco d’azzardo ha pubblicato i suoi ultimi dati sulla partecipazione al gioco d’azzardo, mostrando una partecipazione record del 27% al gioco d’azzardo online. La partecipazione complessiva al gioco d’azzardo è aumentata vicino ai livelli pre-pandemia del 44%, rispetto al 47% riportato a settembre 2019.

Il più grande aumento della partecipazione complessiva al gioco d’azzardo è stato nella fascia di età 25-34 anni, con il 43% che ha dichiarato di aver giocato nelle ultime quattro settimane. Il più grande aumento del gioco d’azzardo online è stato tra i 35-44 anni, dal 29% al 32%. Il gioco d’azzardo online è aumentato in tutte le fasce d’età a parte i 65+.

La National Lottery ha rappresentato gran parte della crescita complessiva, con una partecipazione aumentata dal 26,5% al ​​28,7%. Anche nel settore online, gli slot hanno favorito la crescita, con una partecipazione in crescita dal 3,4% al 4,6%.

Anche le slot di persona, le macchine da gioco presso i bookmaker e il bingo hanno registrato aumenti mentre la partecipazione alle scommesse sportive è scesa dal 5,6% al 4,5%.

La percentuale di persone che giocavano regolarmente è aumentata dopo essere scesa nei sondaggi precedenti, con il 26,6% delle persone che hanno giocato d’azzardo nelle quattro settimane precedenti, rispetto al 23,9%. Il tasso di gioco problematico è rimasto stabile allo 0,3%, ma è aumentato nella fascia di età 16-24 anni, dallo 0,4% di un anno fa all’1,4%.

La Gambling Commission ha annunciato che aggiornerà le sue domande del sondaggio sui danni del gioco a seguito di un processo. Le nuove domande amplieranno il sondaggio di monitoraggio trimestrale dell’autorità di regolamentazione per coprire una gamma più ampia di danni, inclusi i danni non finanziari e l’impatto del gioco d’azzardo di un’altra persona.

Nel frattempo, uno studio della Bournemouth University commissionato dall’organizzazione benefica del gioco responsabile GambleAware, sostenuta dall’industria, ha segnalato indicazioni “scarse e incoerenti” di informazioni sul gioco d’azzardo più sicure nei giochi online. Lo studio conclude che gli operatori dovrebbero fornire informazioni e materiale promozionale più trasparenti per contribuire a ridurre i danni del gioco.

 

PressGiochi