10 Agosto 2020 - 07:41

UK. La Gambling Commission pensa di ridurre a £2 anche le puntate dei casinò online

Milioni di sterline sono svanite dalle quote delle società di gioco e scommesse dopo che la Gambling Commission ha dichiarato la possibilità di ridurre la puntata massima sui giochi da

14 Febbraio 2020

Print Friendly, PDF & Email

Milioni di sterline sono svanite dalle quote delle società di gioco e scommesse dopo che la Gambling Commission ha dichiarato la possibilità di ridurre la puntata massima sui giochi da casinò a due sterline. In un incontro con i politici britannici, l’amministratore delegato ha dichiarato che le autorità di regolamentazione stanno indagando sui danni causati dal gioco d’azzardo e che il limite verrà introdotto già nell’autunno del 2020. In risposta a queste dichiarazioni, le azioni sono diminuite appena gli investitori hanno vednuto quote ai fornitori di casinò e scommesse sportive.

Nel complesso, il mercato azionario del gioco d’azzardo nel Regno Unito è precipitato di mezzo miliardo, con GVC che dichiara una perdita di oltre il 10%. Ilportavoce della Gambling Commission ha parlato della proposta: “Abbiamo detto lo scorso Ottobre che avremmo esaminato i limiti di puntata online come parte del nostro lavoro in corso per ridurre i rischi di danni legati al gioco” ha continuato poi dicendo “Pubblicheremo la nostra valutazione e i prossimi passi per le scommesse online e ulteriori protezioni entro la fine dell’anno”.

La proposta della Gambling Commission segue la legge che è stata introdotta due anni fa che riduce le puntate per i FOBT (terminali di scommessa a quota fissa) da 100 sterline a 2 sterline. Inoltre il Governo del Regno Unito ha annunciato una revisione dell’atto della Gambling Commission pubblicato 15 anni fa.

PressGiochi