03 Dicembre 2022 - 06:40

UIF: nel primo semestre 2022 i prestatori di servizi di gioco effettuano 4.884 segnalazioni

Nel primo semestre del 2022 l’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia ha ricevuto 74.233 segnalazioni di operazioni sospette, in aumento rispetto a quelle pervenute nel periodo corrispondente del 2021 (+5,9

29 Settembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

Nel primo semestre del 2022 l’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia ha ricevuto 74.233 segnalazioni di operazioni sospette, in aumento rispetto a quelle pervenute nel periodo corrispondente del 2021 (+5,9 per cento). L’incremento segna un ritorno all’andamento rilevato nel triennio 2018-20, dopo l’eccezionale crescita registrata nel 2021 (+32,4 per cento nel primo semestre).
Il maggiore contributo all’incremento delle segnalazioni è riferibile agli operatori bancari e postali che, dopo due anni di continua riduzione, hanno aumentato l’incidenza al 58,1 per cento (56,0 per cento nel primo semestre 2021); il comparto finanziario non bancario ha invece registrato una contrazione del numero di segnalazioni inoltrate (da 23.434 nel primo semestre del 2021 a 21.690 nel periodo esaminato) soprattutto imputabile al minore apporto degli IMEL e degli IP, protagonisti della importante crescita dello scorso anno. Tra i segnalanti appartenenti al comparto non finanziario, il contributo segnaletico più elevato è ascrivibile ai prestatori di servizi di gioco, a cui è riferibile il 6,6 per cento delle segnalazioni del semestre (dal 4,7 per cento dello scorso anno).

Nel primo semestre i prestatori di servizi di gioco hanno effettuato 4.884 segnalazioni, rispetto alle 3.302 del 2021 (+6,6%).

 

 

 

PressGiochi

 

PressGiochi