05 luglio 2020
ore 21:20
Home Personaggi Ughi (Obiettivo 2016): “Giochi alla deriva, non c’è nessuno al timone”

Ughi (Obiettivo 2016): “Giochi alla deriva, non c’è nessuno al timone”

SHARE
Ughi (Obiettivo 2016): “Giochi alla deriva, non c’è nessuno al timone”

“Dovete prendere atto che lo Stato italiano ha abdicato sulla distribuzione territoriale che non fa quindi più parte della competenza concessoria, delegando il tutto agli enti locali. Lo Stato centrale che ha rilasciato la concessione e ha fatto pagare la proroga non potrà garantire e tutelare le sale scommesse che in Emilia ad esempio dovranno chiudere a giugno. Questo ci fa capire che a settembre non avremo alcuna gara.

Lo Stato è stato infedele nei confronti dei concessionari, oggi la barca è alla deriva, non c’è nessuno alla guida del timone, manca un interlocutore. L’attuale sistema dei giochi è governato dai giudici”.

Lo ha dichiarato Maurizio Ughi in occasione della conferenza tenuta da Stanley ad Enada Rimini nella quale è stato dato l’annuncio della decisione del Gruppo Uk di entrare nel sistema concessorio.

 

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN