28 Settembre 2020 - 09:50

Ue. Per la Commissione Affari economici il gambling va escluso dal HICP

Il quadro esistente per la fornitura degli indici armonizzati dei prezzi al consumo (HICP), parte essenziale della governance economica dell’Unione europea, è composto da un mosaico di norme ormai obsolete

02 Marzo 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il quadro esistente per la fornitura degli indici armonizzati dei prezzi al consumo (HICP), parte essenziale della governance economica dell’Unione europea, è composto da un mosaico di norme ormai obsolete ed ingombranti. Per questo, la Commissione europea ha proposto di modernizzare il quadro e razionalizzare i suoi elementi in un nuovo regolamento. La proposta della CE mira a semplificare il quadro attuale introducendo un unico regolamento HICP.

A tal fine, la Commissione Affari economici e monetari del Parlamento, ha adottato lo scorso ottobre una relazione redatta dell’europarlamentare italiano Roberto Gualtieri (S&D) a sostegno della proposta della Commissione. ECON ha chiesto di implementare l’assegnazione all’indice armonizzato dei prezzi al consumo ai tassi fiscali costanti che permettono di valutare l’impatto delle variazioni delle imposte indirette sull’inflazione. Econ ha anche proposto di escludere determinate attività, come i servizi di gioco d’azzardo, dal HICP.

 

PressGiochi