23 Settembre 2020 - 16:59

Ue. Nuove direttive su fiscalità dei giochi dalla Commissione Vat

La commissione fiscalità e unione doganale della Commissione europea ha elaborato un documento di lavoro pubblicato in questi giorni per chiarire i nuovi obblighi fiscali degli operatori del gioco nel

27 Aprile 2015

Print Friendly, PDF & Email

La commissione fiscalità e unione doganale della Commissione europea ha elaborato un documento di lavoro pubblicato in questi giorni per chiarire i nuovi obblighi fiscali degli operatori del gioco nel quale si chiede agli Stati membri di pubblicare delle linee guida chiare per le attività soggette ad Iva.

La Commissione Ue ha dichiarato che gli Stati membri dovrebbero offrire una guida chiara sulle attività consentite dalla propria normativa, i requisiti necessari per l’ottenimento delle licenze relative a svolgere quel tipo di attività, se sono esenti o meno dal pagamento dell’Iva ed eventualmente quali altre imposte sono applicabili.

L’Ue richiama così sulla necessità di applicare un regime fiscale non sulla raccolta di gioco ma sui ricavi, soprattutto per quei Paesi in cui sono in vigore dei parametri fissi per il payout. Si precisa inoltre che gli operatori che raccolgono gioco in più Stati devono versare le imposte separatamente.

PressGiochi