26 Settembre 2020 - 20:30

UE. Fino a 5 miliardi di risparmi dalla creazione di un mercato unico del gioco online

La commissione Mercato interno e protezione dei consumatori ha elaborato tra luglio e settembre 2014 uno studio commissionato dal Parlamento europeo per ripercorrere gli sviluppi economici conseguiti

27 Gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email

La commissione Mercato interno e protezione dei consumatori ha elaborato tra luglio e settembre 2014 uno studio commissionato dal Parlamento europeo per ripercorrere gli sviluppi economici conseguiti attraverso le iniziative adottate dalla commissione dal punto di vista generale sul mercato unico europeo e sulla tutela dei consumatori.

Tra le iniziative in materia di protezione e responsabilizzazione dei consumatori all’interno dell’agenda digitale per l’Europa, è inserita la proposta per la tutela dei consumatori in materia di gioco d’azzardo online che mira a proteggere i giocatori di fronte a offerte potenzialmente dannose. Tra le varie cose, la proposta mira a stabilire un insieme comune di principi a livello comunitario per quanto riguarda la verifica dell’età, la gestione dei reclami e le politiche sul credito.

Come indica la stessa Commissione le proposte sono state rilanciate dalla raccomandazione sul gioco online nel mese di luglio 2014. Inoltre la Commisione Imco ha suggerito le seguenti azioni: l’adozioni di strumenti per il parental control con il programma Safer Internet Programme and the Connecting Europe Facility che possano implementare sistemi di classificazione degli utenti online in base all’età e ai contenuti; la valutazione di nuovi suggerimenti sul gioco d’azzardo, tenendo in considerazione i risultati dei ricerche svolte a livello internazionale; la valutazione delle prestazioni del mercato dei servizi di gioco d’azzardo online con il Consumer Market Monitoring Survey.

La proposta della Commissione e il lavoro sul gambling svolto in sede europea vuole creare un mercato unico europeo non solo per tutelare i giocatori ma anche per ottenere un risparmio di 5 miliardi di euro l’anno permettendo ai giocatori di scommettere negli Stati membri che offrono le vincite migliori.

Durante la settima legislatura la Commissione Imco del Parlamento europeo inoltre ha lavorato a fondo per garantire una serie di tutele maggiori dei consumatori in materia di comunicazioni elettroniche, servizi online e sicurezza delle informazioni attraverso atti legislativi e non.

PressGiochi