19 Settembre 2020 - 11:24

Ucraina. Per la Ce ancora alto il pericolo di riciclaggio nel settore dei giochi

A causa del suo sistema bancario poco robusto, l’Ucraina è una delle destinazione preferite per le attività di riciclaggio di denaro, ed i reati più frequenti sono connessi al furto

11 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

A causa del suo sistema bancario poco robusto, l’Ucraina è una delle destinazione preferite per le attività di riciclaggio di denaro, ed i reati più frequenti sono connessi al furto aggravato, al gioco d’azzardo illegale, all’abuso dell’online banking, alle frodi IVA, ecc.

Queste le conclusioni contenute nel report della Commissione europea che ha recentemente adottato la quinta relazione sullo stato di attuazione del Vlap, il Visa Liberalisation Action Plan da parte dell’Ucraina. La Ce controlla lo stato di attuazione delle misure legislative, politiche e istituzionali adottate da parte dello stato ucraino come processo per implementare il sostegno dell’Ue all’economia e alle finanze ucraine.

Il 14 ottobre il Parlamento di Kiev ha adottato la legge sul riciclaggio di denaro entrata in vigore lo scorso febbraio, che prevede, tra le altre cose, una chiara definizione di riciclaggio di denaro sporco e contrasto al terrorismo ed amplia la lista delle attività e professioni sottoposte al controllo dell’Unità di Informazione finanziaria coinvolgendo operatori finanziari e sistemi di pagamento, mercato azionario, settore immobiliare, preziosi, lotterie, giochi d’azzardo e casinò.

La nuova legge sul riciclaggio di denaro porta l’Ucraina ad essere più vicina all’Europa soprattutto per quanto riguarda l’attuazione dell’azione finanziaria contro il riciclaggio dei capitali e della IV direttiva Ue antiriciclaggio. Secondo l’Associazione delle banche indipendenti, il 30% delle banche non ha comunicato la propria proprietà alla banca Nazionale Ucraina e nel Paese circola un’ingente quantità di denaro in Euro e Dollari il che rende il territorio soggetto ad essere utilizzato dalle organizzazioni criminali per ripulire denaro sporco.

L’UIF ha ricevuto nel 2014 oltre un milione di segnalazioni di operazioni sospette; ogni transazione pari o superiore a 150mila grivnia deve essere segnalata all’autorità finanziaria di controllo secondo le condizioni dettate dalla legge ucraina 2014 sull’antiriciclaggio. Oltre il 95% delle relazioni provengono dalle banche, nessun rapporto proveniente dall’industria del gioco d’azzardo e dei casinò, ad eccezione delle lotterie. Per questo le autorità stanno avviando un’ingente azione di controllo ed ispezioni che nel 2014 hanno portato alla scoperta di 825 violazioni alla normativa antiriciclaggio.

PressGiochi