19 Settembre 2020 - 07:07

Ucraina. Arresti per corruzione nel gioco d’azzardo illegale

Il servizio di sicurezza ucraino SBU ha arrestato un capo dell’ufficio del procuratore locale nella regione di Smila Raion e un capo della polizia nazionale.

14 Settembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il servizio di sicurezza ucraino SBU ha arrestato un capo dell’ufficio del procuratore locale nella regione di Smila Raion e un capo della polizia nazionale. I due uomini sono accusati di aver accettato più di 50.000 UAH (1.500 euro) in tangenti dal proprietario di un’attività di gioco d’azzardo illegale. Si presume che abbiano deciso di chiudere un occhio sull’istituzione del gioco illegale in cambio di un pagamento mensile di UAH 20.000. Gli arresti fanno seguito a un’indagine della direzione della SBU sulla corruzione e la criminalità organizzata, assistita sia dall’ufficio investigativo statale che dalle forze di polizia nazionali. Il Pubblico Ministero è stato arrestato ai sensi dell’articolo 208 del codice di procedura penale. Il poliziotto è stato arrestato sul lavoro. Si dice che il casinò in questione sia stato perquisito e chiuso. Le indagini continueranno nel tentativo di verificare se altre persone fossero coinvolte. Gli arresti arrivano mentre l’Ucraina legalizza di nuovo il gioco d’azzardo più di un decennio dopo il suo divieto nel 2009. Il mese scorso il presidente Volodymyr Zelensky ha firmato la nuova legge sul gioco d’azzardo del paese per legalizzare sia i casinò tradizionali che il gioco d’azzardo online. Nel frattempo, la SBU si è impegnata a sradicare le operazioni di gioco illegali prima della reintroduzione delle licenze regolamentate. A maggio, l’Ucraina ha ordinato ai fornitori di server Internet di bloccare l’accesso ad altri 59 siti di gioco.

 

 

PressGiochi