06 Agosto 2020 - 08:44

Turi (Ctb Consulting): “Distanziometro relega le attività del gioco in luoghi disabitati”

“Calcolando un distanziometro di 500 m in una città come Salerno si finirebbe col potere aprire un’attività di gioco legale solo in luoghi disabitati quindi in aperta campagna oppure al

11 Giugno 2019

Print Friendly, PDF & Email

“Calcolando un distanziometro di 500 m in una città come Salerno si finirebbe col potere aprire un’attività di gioco legale solo in luoghi disabitati quindi in aperta campagna oppure al posto di un parcheggio”.

È questa la conclusione a cui è arrivato Vincenzo Turi, della Ctb Consulting, con lo studio effettuato sul territorio di Salerno per verificare il cosiddetto effetto espulsivo del regolamento comunale nei confronti del gioco legale.
Turi non è entrato nel merito della legittimità di provvedimenti che di fatto eliminano da un intero territorio una attività perfettamente lecita è svolta in regime di concessione dello Stato. Ma gli specialisti di settore sono concordi nel sostenere che impedire l’attività legale favorisce inevitabilmente gli insediamenti di attività irregolari.

PressGiochi