22 Settembre 2020 - 17:09

Torrebelvicino (VI). Tari scontata del 50% ai locali che rinunciano alle slot

Una forte riduzione della Tari per combattere la ludopatia. L’amministrazione comunale di Torrebelvicino (VI) per contrastare la febbre del gioco ha adottato per il 2017 un provvedimento che, a detta

02 Gennaio 2017

Print Friendly, PDF & Email

Una forte riduzione della Tari per combattere la ludopatia. L’amministrazione comunale di Torrebelvicino (VI) per contrastare la febbre del gioco ha adottato per il 2017 un provvedimento che, a detta del primo cittadino, può fare scuola in altri Comuni.

Ai commercianti che rinunciano nei loro locali alle slot machine e/o alla raccolta di scommesse verrà riconosciuto uno sgravio del 50 per cento dell’imposta comunale della Tari per i tre anni successivi, con assegnazione gratuita di una vetrofania con la segnalazione di attività commerciale libera da giochi d’azzardo. L’elenco degli esercizi commerciali liberi dalle slote verrà pubblicato sul sito del comune: una lista di benemerenza. Lo sgravio è considerato dall’amministrazione comunale un concreto messaggio di prevenzione verso tutte le dipendenze che spesso arrecano pesanti disagi non solo ai diretti colpiti, ma anche ai loro familiari, con ricadute sul tessuto cittadino e il coinvolgimento dei servizi sociali.

 

PressGiochi