20 Settembre 2020 - 06:58

Torino. Sale slot multate per 3,8 milioni di euro

Trentanove apparecchi da gioco, 22 video slot e 17 apparecchi elettromeccanici sequestrati e sanzioni per 3,8 milioni di euro. Sono il bilancio dell’operazione ‘Winner’s wheel’ condotta dalla Guardia di Finanza

02 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Trentanove apparecchi da gioco, 22 video slot e 17 apparecchi elettromeccanici sequestrati e sanzioni per 3,8 milioni di euro. Sono il bilancio dell’operazione ‘Winner’s wheel’ condotta dalla Guardia di Finanza di Torino e finalizzata a contrastare l’illegalità e l’abusivismo settore dei giochi e delle scommesse.

In particolare, i finanzieri hanno ispezionato 8 locali adibiti a sale gioco e centri scommesse (soprattutto in prossimità̀ di scuole e luoghi abitualmente frequentati da adolescenti), estendendo il controllo alle imprese che gestiscono gli apparecchi da gioco presenti nelle sale al momento dell’intervento (si tratta di 3 società̀ con sede in Torino, Brescia e Roma) nonché́ a uno dei dodici concessionari, con sede a Milano, che gestiscono la rete telematica utilizzata per il funzionamento di tutti i giochi e le scommesse autorizzate dallo Stato sul territorio nazionale.

Durante gli interventi, le Fiamme Gialle hanno scoperto un innovativo sistema per attirare l’attenzione dei ragazzini: due sale gioco di Torino e di Moncalieri promuovevano concorsi a premi mettendo in palio oggetti molto ambiti dalla clientela di giovanissimi, come ad esempio consolle di gioco, cellulari, lettori mp3, macchine fotografiche. Il concorso nel caso della sala giochi torinese era completamente abusivo, mentre l’altro esercente aveva comunicato un’operazione a premio diversa da quella effettivamente organizzata.

In particolare i finanzieri torinesi hanno appurato che determinati apparecchi elettromeccanici, molto appetibili per i giovanissimi erano abusivamente dotati di congegni che, contestualmente alla giocata, emettevano alcuni ‘ticket’, in parte in misura fissa per ogni partita ed in parte in proporzione al risultato ottenuto.

Nella quasi totalità̀ degli interventi è stata accertata la presenza di manomissioni delle schede elettroniche di gioco e, in alcuni casi, l’assenza del dispositivo antimanomissione, al fine di evadere i tributi ed alterare le vincite.

Complessivamente sono state contestate sanzioni amministrative per 3.846.000 euro, 3 esercenti sono stati denunciati mentre a 2 è stata sospesa la licenza. Infine per un centro scommesse di Moncalieri è scattata la chiusura definitiva dell’attività.

PressGiochi