23 Settembre 2020 - 16:50

Tar Liguria annulla chiusura di un centro scommesse: “il posto di polizia di frontiera non è un luogo sensibile”

Ludopatia, Beccalossi: pronto nuovo bando da 2 mln destinato ai Comuni   Il Tar Liguria ha accolto il ricorso di un esercente contro il Comune di Ventimiglia per il provvedimento che aveva

21 Novembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Ludopatia, Beccalossi: pronto nuovo bando da 2 mln destinato ai Comuni

 

Il Tar Liguria ha accolto il ricorso di un esercente contro il Comune di Ventimiglia per il provvedimento che aveva imposto a un esercizio commerciale di cessare l’attività di raccolta scommesse vicino a una caserma, in particolare il posto di polizia di frontiera. I titolari dell’esercizio avevano proposto ricorso contestando la disciplina applicata dal Comune di Ventimiglia in quanto il “posto di polizia di frontiera individuato come parametro di distanza non costituisce luogo sensibile”.

Secondo i giudici: “La norma (…) che ha portato ad ampliare i luoghi sensibili alle caserme appare di elevata genericità rispetto al caso, tale da imporre una verifica applicativa, motivata e istruita lungi dal disapplicare la norma regionale ovvero sollevarne la questione di legittimità costituzionale, la fase attuativa della norma regionale, avrebbe dovuto essere accompagnata da adeguati approfondimenti, in modo coerente ai principi costituzionali e sovranazionali”. I giudici amministrativi hanno anche bocciato il provvedimento del Comune che imponeva la chiusura dell’attività di scommesse per mancato rispetto delle distanze previste dal regolamento municipale.

“La norma che ha portato ad ampliare i luoghi sensibili sino a comprendervi tutte le strutture ricettive (oltretutto nell’ambito di un concetto del tutto generale e generico quale quello di contesto urbano) appare di elevata genericità, tale da imporre una verifica applicativa, motivata ed istruita – si legge nella sentenza della Prima Sezione che accoglie il ricorso – La fase attuativa della norma regionale avrebbe dovuto essere accompagnata da adeguati approfondimenti”.

PressGiochi