21 Ottobre 2021 - 11:15

Tar Lazio: respinti i ricorsi contro la chiusura di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò

Non sussistono, i presupposti per riapertura delle sale giochi, scommesse e bingo e il DPCM adottato dal Governo Conte “nella parte in cui individua, fra le attività economiche oggetto di

12 Febbraio 2021

Print Friendly, PDF & Email

Non sussistono, i presupposti per riapertura delle sale giochi, scommesse e bingo e il DPCM adottato dal Governo Conte “nella parte in cui individua, fra le attività economiche oggetto di misure limitative e prescrizioni a tutela della salute pubblica, quelle di interesse della parte ricorrente, non appare palesemente illogico o irragionevole, avendo l’amministrazione effettuato una valutazione inerente al grado di essenzialità dell’attività cui imporre il sacrificio, sulla base delle indicazioni del Comitato tecnico-scientifico, e prevedendo comunque un ristoro economico a compensazione del periodo di sospensione”.

Questa la motivazione con la quale il Tar Lazio ha respinto tutti i ricorsi presentati degli operatori del gioco pubblici contro la chiusura delle attività disposta attraverso i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri per fronteggiare l’emergenza Covid.

PressGiochi