19 Gennaio 2021 - 02:39

Svezia. Il Governo avvia un’inchiesta sul gioco d’azzardo illegale

Il Ministro svedese per la sicurezza sociale Ardalan Shekarabi ha lanciato una nuova inchiesta che esplorerà i modi per rafforzare gli sforzi per eliminare il gioco d’azzardo illegale e le partite truccate nel mercato.

30 Novembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il Ministro svedese per la sicurezza sociale Ardalan Shekarabi ha lanciato una nuova inchiesta che esplorerà i modi per rafforzare gli sforzi per eliminare il gioco d’azzardo illegale e le partite truccate nel mercato. Gunnar Larsson, direttore generale della Camera di commercio svedese, è stato incaricato di guidare l’indagine, che mira a identificare gli ostacoli a un’applicazione efficace contro gli operatori offshore e a proporre soluzioni per migliorare i controlli. L’indagine valuterà anche gli sforzi compiuti finora dalle autorità. Shekarabi ha spiegato: “Abbiamo la responsabilità di proteggere i consumatori vulnerabili dal gioco illegale, ma anche di proteggere le società autorizzate nel mercato del gioco d’azzardo da una concorrenza sleale. Sono necessari maggiori sforzi per escludere il gioco d’azzardo illegale dal mercato svedese del gioco d’azzardo. Ora stiamo anche intensificando il lavoro contro le partite truccate e la criminalità organizzata”.

Di conseguenza, Larsson deve anche esaminare nuovi modi per le autorità svedesi di intensificare gli sforzi contro le partite truccate e valutare gli sforzi attuali sia di Spelinspektionen che del Consiglio di truccatura del regolatore. In una consultazione sulle proposte per estendere i controlli per i casinò online, come un limite di deposito di 5.000 SEK, fino a giugno 2021, è stato un tema chiave sollevato dagli operatori. LeoVegas, ad esempio, ha stabilito una serie di misure che il governo svedese dovrebbe adottare, inclusi IP e blocco dei pagamenti, implementando un quadro di licenza per i fornitori B2B. L’inchiesta è stata quindi accolta con favore dall’associazione di operatori Branschföreningen för Onlinespel (BOS), una frequente critica della politica del governo sul gioco d’azzardo. Il segretario generale del BOS Gustaf Hoffstedt, ha dichiarato: “Questa è un’iniziativa del governo che accogliamo con favore. I primi due anni di mercato del gioco d’azzardo ri-regolamentato in Svezia sono stati contrassegnati da misure repressive da parte delle autorità e del governo nei confronti degli operatori autorizzati svedesi, mentre gli operatori senza licenza sono rimasti intatti. Nel frattempo una percentuale crescente di scommettitori svedesi ha abbandonato il mercato delle licenze svedese. Considerando che l’obiettivo del governo è che almeno il 90% del gioco d’azzardo svedese rimanga nel sistema di licenze entro il 1° gennaio 2022, tale obiettivo sembra molto lontano”.

 

 

 

PressGiochi