21 Ottobre 2020 - 03:34

Svezia. Annunciata la chiusura del primo casinò internazionale

Svenska Spel ha annunciato che chiuderà definitivamente la sua sede del Casino Cosmopol a Sundsvall con effetto immediato. La decisione arriva dopo un lungo calo delle visite e il conseguente calo dei profitti.

17 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

Svenska Spel ha annunciato che chiuderà definitivamente la sua sede del Casino Cosmopol a Sundsvall con effetto immediato. La decisione arriva dopo un lungo calo delle visite e il conseguente calo dei profitti. Il locale è stato annunciato come il primo casinò internazionale della Svezia quando nel 2001, ma il numero di giocatori che hanno visitato il casinò è diminuito costantemente negli ultimi 10 anni. Svenska Spel ha attribuito in parte la colpa della flessione al passaggio dei giocatori ai casinò online, affermando che tutti i 68 dipendenti della struttura sarebbero stati invitati a fare domanda per altri lavori con l’operatore. Il Presidente e amministratore delegato di Svenska Spel, Patrik Hofbauer, ha dichiarato: “È un triste messaggio da trasmettere ai nostri dipendenti, ma dobbiamo adattarci alle condizioni di mercato prevalenti. Con una base di clienti in costante calo, il casinò di Sundsvall non è più redditizio e quindi purtroppo non è possibile commercialmente continuare a gestire l’attività”.

La chiusura non avrà alcun impatto sulle proprietà del Casino Cosmopol a Stoccolma, Gothenburg e Malmö, sebbene tutte le sedi rimangano attualmente chiuse a causa della pandemia. I casinò hanno chiuso il 29 marzo e no è stata fissata per la riapertura. Da allora l’operatore ha avviato un programma di riqualificazione, consentendo ai dipendenti licenziati di riqualificarsi come operatori sanitari. Svenska Spel ha visto i ricavi dei giochi in calo del 9,6% nel primo semestre.

 

PressGiochi