10 Agosto 2020 - 12:42

Svezia. Agli operatori del gioco online mancano i piani per la protezione dei giocatori

Il regolatore Spelinspektionen ha dichiarato che molti operatori svedesi non sono riusciti a sviluppare piani completi per affrontare i problemi relativi al gioco d’azzardo a seguito di un’indagine sui piani

02 Luglio 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il regolatore Spelinspektionen ha dichiarato che molti operatori svedesi non sono riusciti a sviluppare piani completi per affrontare i problemi relativi al gioco d’azzardo a seguito di un’indagine sui piani del dovere di diligenza. La Swedish Gaming Act, in vigore dal gennaio 2019, obbliga tutti i licenziatari a redigere un obbligo di diligenza per proteggere i giocatori e aiutarli a ridurre il loro gioco. Gli operatori devono avere un piano d’azione che descriva in dettaglio come affronterà il problema e deve interagire con i giocatori che sospettano di giocare oltre i propri mezzi. Spelinspektionen ha affermato che dieci piani non sono stati in grado di indicare quali indicatori sarebbero stati utilizzati durante il monitoraggio del gioco d’azzardo dei giocatori, dieci mancavano di un sistema chiaro per trattare con i giocatori che mostrano segni di gioco d’azzardo eccessivo e solo la metà delle aziende ha contattato i giocatori che in precedenza si erano auto-esclusi. Dieci licenziatari non sono riusciti a fornire informazioni sufficienti sull’applicazione delle restrizioni e alcuni hanno offerto descrizioni inadeguate delle restrizioni da applicare.

Il regolatore ha dichiarato: “L’Ispettorato del gioco ritiene che sia necessario che le società identifichino quali indicatori la società ritiene di dover seguire per trovare giocatori che mostrano segni di gioco esagerato. Il sondaggio mostra che quasi tutte le aziende, secondo i loro piani d’azione, tengono conto del fatto che l’aumento del limite di deposito di un giocatore è indice di un aumento del rischio. Le conseguenze delle società che non identificano gli aspetti rilevanti del dovere di diligenza e che hanno piani d’azione incompleti sono che i giocatori non hanno la protezione richiesta dalla legislazione. È molto importante che le aziende prestino attenzione a questo sondaggio e, sulla base di esso, adottino misure di miglioramento pertinenti nei rispettivi piani d’azione” . Spelinspektionen ha anche inviato ai licenziatari una nuova guida sul riciclaggio di denaro, rilevando che molti operatori non riuscivano ad assegnare ai giocatori un livello di rischio. Inoltre, giovedì 2 luglio entreranno in vigore i limiti vincolanti di deposito fisso obbligatori e le restrizioni sui bonus per il gioco d’azzardo online.

 

 

PressGiochi