29 Settembre 2020 - 00:44

Stradella (PV). Il sindaco: “Non firmeremo ordinanze anti slot

Nessuna ordinanza anti slot. Il sindaco Piergiorgio Maggi, durante l’ultimo consiglio comunale, ha ribadito la volontà della giunta di non adottare alcun provvedimento limitativo degli orari di accensione delle slot,

04 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Nessuna ordinanza anti slot. Il sindaco Piergiorgio Maggi, durante l’ultimo consiglio comunale, ha ribadito la volontà della giunta di non adottare alcun provvedimento limitativo degli orari di accensione delle slot, come è stato fatto, ad esempio, dal Comune di Pavia. La richiesta era arrivata dal capogruppo di “Prima Stradella”, Ettore Brandolini, che con un’interpellanza invitava il primo cittadino a rivedere la sua posizione, alla luce della decisione del Tar, che non ha annullato il provvedimento assunto dal capoluogo provinciale. «Secondo noi non bisogna agire limitando il funzionamento delle slot, ma lavorando sui bisogni delle persone colpite da ludopatia – ha spiegato Maggi, ricordando che il regolamento comunale e il Pgt pongono già precisi vincoli all’apertura di nuove sale da gioco su tutto il territorio comunale –. Continueremo, invece, con le azioni di sensibilizzazione, coinvolgendo sempre più le scuole cittadine ed estendendo il marchio “no slot” anche agli altri bar, che ne faranno richiesta. Un ampliamento degli assegnatari, infatti, è fortemente auspicato». A questo proposito, dopo i sei locali senza slot, premiati ad inizio aprile, è probabile che durante la manifestazione “Vinuva”, ad inizio settembre, siano assegnati nuovi pubblici riconoscimenti ad alcune attività che hanno fatto questa scelta. Il Comune di Stradella, inoltre, è tra le sei amministrazioni pubbliche della provincia ad avere presentato in Regione, per ottenere un finanziamento, un progetto di contrasto alla ludopatia da attuare sul territorio. Ma, secondo la minoranza, un’ordinanza avrebbe rafforzato maggiormente questo impegno: «Un provvedimento di limitazione produrrebbe certamente buoni effetti».

PressGiochi