21 Settembre 2020 - 04:54

Stradella. Dalla Regione 43mila euro per una mappatura completa delle slot

Una mappatura completa delle slot e delle sale da gioco sia a Stradella che nei Comuni circostanti. È questa una delle azioni più importanti del progetto “Mettiamoci in gioco”, che

23 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Una mappatura completa delle slot e delle sale da gioco sia a Stradella che nei Comuni circostanti. È questa una delle azioni più importanti del progetto “Mettiamoci in gioco”, che il Comune ha presentato nei mesi scorsi, insieme ad altri sei amministrazioni della nostra provincia, e che ha ottenuto di recente un contributo di 43 mila euro dalla Regione Lombardia, che andrà a coprire interamente i costi. L’iniziativa, pensata e predisposta dall’assessore al Welfare, Alessandra Mossi, in collaborazione con l’ufficio Servizi sociali, è stata appoggiata da 24 partner, tra Comuni del circondario, quasi tutti inseriti nel locale Piano di zona, istituti scolastici e associazioni di volontariato, come l’Auser.

Il progetto prevede alcune azioni di contrasto al gioco d’azzardo: saranno messe in campo a partire da settembre, per la durata di circa 12 mesi. Tra le più significative, appunto, la mappatura completa delle slot sul territorio dell’Oltrepo orientale: «Già in passato la cooperativa “La Collina” di Voghera aveva realizzato una prima mappatura delle sale gioco e dei locali che installavano le slot, ma solo circoscritta a Stradella – fanno sapere dal Comune -. Ora, invece, vogliamo allargare l’indagine anche alle altre realtà della zona».

Insieme all’associazione “Taxi 1729”, invece, il Comune allestirà una mostra interattiva, che utilizza la matematica come strumento di prevenzione dei rischi connessi al gioco d’azzardo, spiegando come in qualsiasi caso, anche dietro ad una vittoria, si nasconda una perdita di denaro per il giocatore. Non mancheranno, poi, campagne di sensibilizzazione, rivolte alla cittadinanza, con la produzione e la distribuzione di materiale informativo, oltre ad incontri mirati con le scuole del territorio. «Uno dei punti centrali di questa azione rimane il progetto “In-dipendenza” che è stato riconfermato anche per il prossimo anno scolastico – spiegano ancora dal Comune – ma che sarà rivisto e adeguato con un preciso focus sul gioco d’azzardo».

PressGiochi