13 novembre 2019
ore 17:02
Home Cronaca Staranzano. Contro l’azzardo, il circolo delle Acli propone un tavolo verde alternativo

Staranzano. Contro l’azzardo, il circolo delle Acli propone un tavolo verde alternativo

SHARE
Staranzano. Contro l’azzardo, il circolo delle Acli propone un tavolo verde alternativo

Il Circolo delle Acli Monsignor Plet di Staranzano, dichiara guerra ai giochi d’azzardo e si schiera contro la ludopatia in genere, promuovendo per i giovani in particolare una serie di iniziative per distoglierli soprattutto da quei giochi tipici dei casinò, come roulette e slot machine.

Il progetto si chiama “Star al Gioco”.  L’iniziativa è stata comunicata dal presidente dell’associazione Davide Ronca, per il quale occorre intervenire in modo concreto per non rovinare le persone. «Non c’è una vera e propria emergenza d’azzardo – afferma Ronca – ma bisogna sempre tenere alta l’attenzione e perché stiamo al limite e si fa presto a uscire di strada. Secondo le ultime indagini effettuate nel 2016 da Gedi “L’Italia delle Slot”, le giocate pro capite annuali a Staranzano sono circa 308 euro, somma riferita solo alle “New slot” che sono 35 e accettano solo monete, presenti anche in bar e tabaccherie. Nel Comune non ci sono le Vlt, ossia le Videolottery che si trovano in locali dedicati. Dalle ultime informazioni, risulta che la situazione non è migliorata, quindi non bisogna abbassare la guardia».

Arriva una serie di svaghi nei primi appuntamenti, soprattutto di tipo “cooperativo”, che creano legami e non scontri tra i partecipanti, in seguito ci saranno le competizioni vere e proprie. Tra i giochi ci sono “Dixit”, “Pandemic”, “Santorini”, “Pozioni Esplosive” (gioco dell’anno 2016), “Flamme Rouge” (gioco dell’anno 2018). Nella lista figurano ancora il “Ticket to ride” dove i partecipanti devono costruire una stazione di treni in un paese europeo, “Seven Wonders”, dove ogni concorrente dovrà realizzare una delle sette meraviglie del mondo e l’avvincente gioco “Nomi, cose, città”.

 

«Al tavolo verde che noi proponiamo diverso dal casinò e dalle sale “slot” – spiega Ronca – ci si potrà sedere senza rischiare di perdere soldi e senza azzardo, il tutto nel segno dell’incontro e del divertimento, grazie ai giochi da tavolo che saranno a disposizione. L’iniziativa fa parte del progetto “eSTAte in STAlle” del Circolo Acli, che si prefigge la diffusione del gioco intelligente. Saranno presenti diversi soci del Circolo – aggiunge Ronca – che aiuteranno i neofiti nell’apprendimento delle regole. Vogliamo proporre un momento di leggerezza e incontro per stimolare la cooperazione o una sana competizione, mettendo alla prova l’intuizione, la memoria, la capacità di prevedere le mosse altrui».

 

L’iniziativa, in collaborazione con il collezionista di giochi Valentino Spanghero di Turriaco, è stata proposta dopo il successo di “Natale insieme… giocando il Natale”, promosso in collaborazione con l’associazione staranzanese Turchina.

 

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN