03 Ottobre 2022 - 00:35

Speciale Elezioni. De Bertoldi (FdI) a PressGiochi: “I nostri capisaldi per il gioco legale: tutela delle imprese, contrasto a ludopatie e illegalità”

“Per quanto riguarda il tema dei giochi non abbiamo preso una posizione specifica all’interno di Fratelli d’Italia, lo faremo nel momento in cui si inizierà a parlare – nella prossima

19 Settembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

“Per quanto riguarda il tema dei giochi non abbiamo preso una posizione specifica all’interno di Fratelli d’Italia, lo faremo nel momento in cui si inizierà a parlare – nella prossima Legislatura – di riforma del settore giochi; allora ci confronteremo e prenderemo una posizione definita e comune al gruppo e alla maggioranza di Governo che dovrà esprimersi sulla riforma. Ciò premesso ci sono dei punti fermi che Fratelli d’Italia intende supportare e ai quali dare continuità: la lotta alle ludopatie; la tutela delle PMI italiane e la lotta all’illegalità. Su questi tre punti sicuramente c’è il pensiero di FDI”.

Lo ha dichiarato a PressGiochi MAG, il senatore Andrea De Bertoldi di Fratelli d’Italia che sarà candidato nel collegio della Camera a Trento per le elezioni del prossimo 25 settembre.

“Per quanto riguarda la questione delle regolamentazioni di carattere locale, riteniamo che vada fatta chiarezza, non si può continuare ad avere differenze tra comuni, province e regioni. Ci dovranno essere degli aspetti normativi uguali in tutto il Paese, e al limite, lasciare alle regolamentazioni territoriali degli aspetti più residuali, ma i principi fondamentali devono valere a livello nazionale.
Quello dei giochi è sicuramente uno dei temi che andranno affrontati. Il proibizionismo non ci appartiene. Vogliamo tutelare le imprese e tutelare la salute dei cittadini. Non so se in futuro interverremo sul tema del divieto della pubblicità dei giochi, ma ritengo che il decreto Dignità non sia servito assolutamente a contenere le ludopatia. Uno dei temi importanti è il diritto all’operatività bancaria per le imprese di questo settore che troppo spesso si sono trovate ad essere escluse. Il tema del diritto alla titolarità di un conto bancario va affrontato sicuramente nella prossima legislatura. Infine, la crescita del canale online, che segue quella che è la crescita del mondo digitale. Se delle limitazioni vanno poste, vanno poste al gioco online che non vede il controllo del giocatore, lasciato solo a se stesso. Mentre nelle sale giochi possiamo coinvolgere il concessionario e l’operatore per essere responsabile del contrasto delle ludopatia e segnalare chi ha problemi di gioco, nel gioco online questo non può accadere, per questo andrebbero poste delle limitazioni. E’ importante che l’operatore sia fiduciario dello Stato affinché diventi il primo vero argine alle ludipatie a tutela del Paese e delle imprese stesse”.

Leggi l’intervista integrale su PressGiochi MAG. Richiedi una copia QUI

 

 

PressGiochi

Fonte immagine: https://www.lavocedelpatriota.it