29 Luglio 2021 - 14:45

Spagna. Presentato l’Accordo di cooperazione tra le anagrafi dei divieti di accesso al gioco d’azzardo statali e regionali

La Comisión Sectorial del Consejo de Políticas del Juego, presieduta dal Segretario Generale per il Consumo e il Gioco, dopo un processo di previa delibera di tutti i suoi rappresentanti,

18 Giugno 2021

Print Friendly, PDF & Email

La Comisión Sectorial del Consejo de Políticas del Juego, presieduta dal Segretario Generale per il Consumo e il Gioco, dopo un processo di previa delibera di tutti i suoi rappresentanti, ha proceduto a sottoporre al Consiglio Plenario, per approvazione, l’Accordo con cui sono determinati i principi per instaurare una più stretta collaborazione tra le anagrafi dei divieti di accesso al gioco d’azzardo statali e regionali. In questo modo il Governo, le Comunità Autonome e le città di Ceuta e Melilla stanno compiendo un ulteriore passo verso l’istituzione di un modello di cooperazione globale che rafforzi i sistemi di protezione già stabiliti da ciascuno degli attuali registri autoproibiti.

Al di là di questa domanda, sono state esposte le linee principali di due progetti normativi del Ministero dei Consumi che inizieranno la loro elaborazione in tempi brevi; da un lato, il progetto di Regio Decreto sugli ambienti di gioco più sicuri e dall’altro, l’ordinamento delle basi normative per la concessione dei sussidi per lo svolgimento delle attività di ricerca relative alla prevenzione dei disturbi del gioco.

Infine, la Junta de Castilla-La Mancha, i governi di Aragona, La Rioja e Ceuta, la Xunta de Galicia, i governi della Cantabria, la Comunità di Madrid e il governo basco hanno presentato alcuni progetti normativi, la cui caratteristica comune è il rafforzamento delle politiche di gioco responsabile o più sicuro attualmente in vigore in ciascuno dei suoi territori. Inoltre, l’Andalusia, con la spiegazione del progetto FES, e le Asturie, con la presentazione di un’iniziativa rivolta agli Istituti del Principato, hanno completato l’elenco degli interventi in una sessione virtuale che è stata caratterizzata dalla piena collaborazione tra tutti i suoi rappresentanti.

 

 

 

PressGiochi