22 Ottobre 2020 - 03:13

Spagna. La Comunità di Madrid lascia la porta aperta a possibili modifiche fiscali per decreto legge

I decreti legge nella Comunità di Madrid dovranno essere espressamente convalidati dal Parlamento regionale entro il termine non prorogabile di trenta giorni dalla loro promulgazione, altrimenti saranno abrogati.

27 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

I decreti legge nella Comunità di Madrid dovranno essere espressamente convalidati dal Parlamento regionale entro il termine non prorogabile di trenta giorni dalla loro promulgazione, altrimenti saranno abrogati. L’Assemblea sarà convocata a tal fine se non è in sessione, per tenere un dibattito e votare per intero. In caso di scadenza del mandato o di scioglimento della Camera, tale potere sarà esercitato dalla Deputazione Permanente. La camera legislativa autonoma può trattarli come progetti di legge attraverso la procedura d’urgenza.

In nessun caso i Decreti-legge possono pregiudicare i diritti, i doveri e le libertà fondamentali dei cittadini inclusi nel Titolo I della Costituzione spagnola, le istituzioni di autogoverno regolamentate nel Titolo I dello Statuto, o il regime elettorale.

Né i bilanci della Comunità di Madrid possono essere approvati con Decreto-legge, né le materie per le quali il presente Statuto richiede espressamente l’approvazione di una legge dell’Assemblea, ad eccezione delle questioni fiscali previste dall’articolo 59. Una questione rilevante per possibile modifiche fiscali in materia di gioco d’azzardo. “Un’iniziativa eccellente che speriamo si rifletta in misure fiscali eccezionali” ha indicato l’associazione AEJOMA.

Il meccanismo del Decreto Legge è regolato dallo Stato e anche da altre comunità autonome, che consente ai rispettivi governi di agire con maggiore agilità ed efficienza per adottare provvedimenti legislativi per rispondere a situazioni di necessità straordinaria ed urgente, come quelle che sono state dato, ad esempio, in occasione della pandemia COVID-19.

 

 

PressGiochi