27 Novembre 2021 - 15:01

Spagna: inviati a Bruxelles due decreti per migliorare la competitività del settore dei giochi

La Spagna ha inviato alla Commissione europea due decreti relativi al gioco d’azzardo statale. Il primo interviene sulla legge 13 del 2011 e spiega che il momento in cui si

19 Ottobre 2021

Print Friendly, PDF & Email

La Spagna ha inviato alla Commissione europea due decreti relativi al gioco d’azzardo statale. Il primo interviene sulla legge 13 del 2011 e spiega che il momento in cui si colloca il mercato regolamentato del gioco d’azzardo on line a livello statale, l’attuale grado di sviluppo della tecnologia e le possibilità che offre quando si tratta di identificare i comportamenti dei giocatori e adottare misure coerenti su di essi, nonché il grado di consapevolezza sociale relativo alle problematiche derivate dalla pratica smodata del gioco d’azzardo, giustificano l’adozione del presente regio decreto, per mezzo del quale si riassume l’insieme delle azioni che, al di là delle specifiche disposizioni delle diverse normative vigenti, gli operatori di gioco devono sviluppare per garantire ragionevolmente un’adeguata politica di gioco responsabile e la protezione dei giocatori.

In sintesi, le ragioni che motivano l’approvazione del presente regolamento si fondano sulla tutela dei consumatori in generale, di alcuni gruppi di partecipanti in particolare e, più in generale, sulla garanzia della salute pubblica come motivo di interesse generale soggiacente.

 

Il secondo decreto, proveniente dalla Galizia, mira ad intervenire sulle norme vigenti dal 1985.

L’attuale legge sul gioco d’azzardo – si legge – mostra carenze e difficoltà nella sua interpretazione, non conforme alla realtà attuale e derivata dalla sua antichità, pertanto con questo nuovo testo si intende aggiornare e precisare il contenuto dell’attuale legge del 1985. Si intende alleviare i pericoli ed i rischi causati da abusi o da un esercizio non responsabile del gioco, attraverso l’istituzione di un maggiore controllo da parte dell’Amministrazione. L’obiettivo è introdurre maggiori controlli sull’accesso ai luoghi di gioco, programmare il mercato del gioco adeguando l’offerta alla domanda realmente esistente, aggiornare la normativa in relazione alle esigenze dell’unità di mercato, adeguare le procedure e la regolamentazione, oltre a fornire una maggiore certezza del diritto agli operatori di gioco, stabilendo regole trasparenti e uniformemente applicate. La motivazione deriva dalla necessità di avere una regolamentazione del gioco aggiornata derivata dai significativi cambiamenti che questo settore ha subito negli ultimi tempi. Tra gli obiettivi del regolamento possiamo citare l’istituzione di un maggiore controllo da parte dell’Amministrazione, promuovere misure che facilitino l’unità del mercato per migliorare la competitività del settore dei giochi in Galizia, adeguare le procedure alle disposizioni della legge 39/2015 del 1 ottobre. , per la semplificazione delle procedure amministrative e la fissazione di principi e di una politica del gioco responsabile.

 

PressGiochi