12 novembre 2019
ore 13:11
Home Estero Spagna: inviati in Ce due progetti di legge sulle sale giochi

Spagna: inviati in Ce due progetti di legge sulle sale giochi

SHARE
Spagna: inviati in Ce due progetti di legge sulle sale giochi

La Spagna ha inviato a Bruxelles la notifica di due progetti di decreto delle Isole Baleari.

Il primo Progetto di decreto notificato alla Commissione europea da parte delle Isole Baleari approva la regolamentazione delle sale da gioco nella Comunità autonoma spagnola.
Il regolamento intende disciplinare, nell’ambito territoriale della Comunità autonoma delle Isole Baleari, l’installazione, l’esercizio e lo sfruttamento delle sale da gioco, nonché i requisiti che devono essere soddisfatti da persone fisiche o proprietari legali di tali stabilimenti, garantendo sia la certezza giuridica dei titolari delle autorizzazioni di sfruttamento di questo tipo di saloni, sia i diritti di quei gruppi che sono particolarmente sensibili agli utenti che richiedono protezione speciale o protezione.

Nello sviluppo dei poteri statutari, è stata approvata la legge 8/2014, del 1 agosto, sul gioco d’azzardo e le scommesse nelle Isole Baleari. L’articolo 5 di questa legge stabilisce che il catalogo dei giochi e delle scommesse sarà incluso come strumento base per l’organizzazione dei giochi, quelli che sono sviluppati attraverso l’uso di slot machine e slot machine e nell’articolo 8 è previsto che le sale da gioco possano essere autorizzate come stabilimenti per la pratica di giochi con macchine di tipo B e altri giochi inclusi nel catalogo di giochi e scommesse che non sono esclusivi da nessun altro tipo di stabilimento, e per una successiva implementazione normativa ciò che si riferisce ai requisiti che devono soddisfare.

 

Lo scopo del secondo Decreto legge notificato alla Ce è quello di sviluppare alcune disposizioni della Legge 7/2013, del 26 novembre, sullo stato giuridico di installazione, accesso ed esercizio delle attività legate ad attrezzature per giochi gonfiabili, nelle Isole Baleari, stabilendo le condizioni minime di sicurezza che devono mantenere, nonché i requisiti per ottenere l’accreditamento professionale previsto dall’articolo 58 della legge.
Il motivo che giustifica l’elaborazione del Decreto è la mancanza di una regolamentazione specifica, a livello statale e a livello regionale, riguardante l’installazione e l’uso di attrezzature da gioco gonfiabili, che stabilisca le condizioni minime di sicurezza che devono essere soddisfatte.

 

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN